LA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA TRA FRANCIA E SPAGNA

LA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA TRA FRANCIA E SPAGNA

ROMA – focus/ aise - Lunedì scorso, 18 novembre, si è svolto presso il Consolato Generale di Parigi l’evento di apertura della quarta edizione della Settimana della Cucina italiana nel mondo, organizzato in collaborazione con l’Associazione Dimore Storiche Italiane, che ha proposto una degustazione di vini e prodotti regionali.
L’evento, che ha visto partecipare circa 100 persone, tra cui gli studenti e i professori dell’Istituto Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro Terme, è stato aperto dal concerto del “Quartetto Indaco”, promosso dall’Associazione Dimore del Quartetto. Si è svolta anche a Nizza la IV edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo organizzata dal Consolato Generale d’Italia in collaborazione con la Camera di commercio italiana di Nizza, il Coalcit (Ente gestore dei corsi d’italiano) e il Dipartimento delle Alpi Marittime. La Settimana è cominciata il 18 novembre con la presentazione di tutte le iniziative previste, la consegna dei certificati di lingua italiana Celi, la consegna della targa "Ospitalità italiana" a ristoranti italiani e buffet di prodotti della gastronomia ligure. Martedì 19 novembre sempre in Consolato si è tenuto l’atelier per la scuola del Parc Impérial con lo chef Giovanni Sorrentino. La sera a Cannes, al termine della partita di Champion League femminile, degustazione di prodotti della tradizione ligure con lo chef Jacopo Lovisolo. La partita di pallavolo femminile di Champions League ha visto il Cannes scontrarsi con la squadra bulgara Plovdiv. Padrino d'onore della serata della cucina l'ex giocatore Patrick Vieira, oggi allenatore dell'OGC Nice. Il 20 novembre presso il liceo alberghiero Greta lo chef Sorrentino ha condotto gli studenti in un percorso alla scoperta della nostra cucina. Durante la Settimana si è svolto il concorso "Piatto speciale della cucina italiana e francese", che ha messo in palio per clienti e ristoratori un viaggio e soggiorno a Roma per due. Gran finale il 22 novembre, con la premiazione del miglior piatto sempre al Consolato Generale e show cooking dello chef Agostino Coppola, coordinatore regionale Federazione italiana cuochi in Francia. Ha preso avvio lunedì, 18 novembre, anche a Madrid la IV edizione della Settimana della Cucina italiana nel Mondo con un ricco programma di attività dedicato al tema "Educazione Alimentare: Cultura del Gusto", realizzato dall’Ambasciata d’Italia a Madrid in collaborazione con gli uffici di Madrid di ICE Agenzia ed ENIT, con la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna e grazie alla partnership di imprese italiane e spagnole. Nell’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, il 19 novembre l’Ambasciata d’Italia, in collaborazione con il Gruppo editoriale Planeta, ha ospitato l’evento di apertura della Rassegna redicata con la presentazione del libro "En la Mesa con Leonardo" della scrittrice, giornalista e gastronoma spagnola Eva Celada, che ha illustrato la cucina rinascimentale attraverso l’osservazione e l’esperienza del genio leonardesco. La presentazione è stata seguita da una cena a cura di Ferdinando Bernardi, chef del ristorante Orobianco di Calpe (Alicante), unica stella Michelin italiana in Spagna. Anche quest’anno, ampio spazio alla presentazione dell’offerta formativa italiana con i concorsi "ITmakES - Prepara il tuo Futuro" che hanno permesso a giovani chef e sommelier spagnoli di sviluppare la conoscenza della cucina e dei vini italiani partecipando a corsi per professionisti presso ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, il più autorevole centro di alta formazione dedicata all’ospitalità e alla ristorazione Italiana a livello internazionale. Il 22 novembre presso l’Ambasciata d’Italia a Madrid sono stati presentati i risultati dei progetti di formazione realizzati nel corso del 2019. Nell’occasione Giuseppe Iannotti, ALMA Ambassador e chef del ristorante stella Michelin "Krésios" di Telese Terme, ha portato in tavola un menù altamente innovativo, connotato da tocchi sperimentali e dalla volontà di rompere gli schemi senza mai dimenticare le radici. Nella brigata che ha assistito lo chef Iannotti anche i vincitori dell’ultima edizione del Concorso ITmakES per giovani cuochi, che stanno ultimando il proprio periodo di formazione in Italia, mentre la selezione dei vini è stata affidata ad uno dei sommelier che nell’ambito del progetto si sono formati quest’anno presso ALMA. Durante la settimana, numerosi ristoranti italiani in varie città della Spagna hanno presentato l’iniziativa "Italia en un plato", organizzata dalla Camera di Commercio italiana per la Spagna in collaborazione con l'ufficio ENIT di Madrid, proponendo piatti speciali fuori menù per celebrare la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi