L’INIZIO ANNO DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE NEL MONDO

L’INIZIO ANNO DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE NEL MONDO

ROMA – focus/ aise – Con l’arrivo del nuovo anno, diverse associazioni sono impegnate in questo periodo nelle campagne di tesseramento. È il caso dell’AIA e dell’ABM. Nel primo caso, la presidente dell’Associazione Italiana di Assistenza di Città del Messico, Regina Casalini, ha inviato agli iscritti del 2018 un messaggio. “Cari soci e amici dell'AIA, grazie al supporto di tutti voi e dei nostri consulenti, dei volontari e dei collaboratori, anche nel 2018 siamo stati in grado di aiutare italiani, discendenti e familiari in stato di bisogno a migliorare il loro tenore di vita. Nell’anno appena concluso, abbiamo offerto quasi 2200 servizi di assistenza, tra servizio mensa, laboratori psicologici, corsi di formazione, donazioni di medicinali, consulenze mediche e terapie di riabilitazione. Ringraziamo tutte le persone generose, le aziende e le istituzioni che hanno voluto sostenerci per raggiungere il nostro obiettivo”. Per proseguire questa azione di sostegno ai connazionali indigenti che risiedono in Messico, l’Aia conta molto sulle quote associative: “vi aspettiamo nel nostro ufficio per presentare le attività di assistenza 2019 e avere i vostri suggerimenti e opinioni”, scrive, dunque, la Presidente Casalini, prima di anticipare i prossimi appuntamenti. E cioè l’Assemblea di marzo, durante la Domenica Italiana, il Mercatino di Natale, e il 110° anniversario della Associazione che verrà celebrato nel Palacio de la Lotería Nacional.
Passiamo al secondo caso: Presieduta da Oscar De Bona, l’Associazione Bellunesi nel Mondo ha aperto la scorsa settimana la campagna adesioni per il 2019. “Dal 1966 l’Associazione Bellunesi nel Mondo (Abm) difende e tutela l’emigrante, supporta l’ex emigrante e trasmette ai giovani la storia dell’emigrazione della provincia di Belluno”, ricordano da Belluno. “Diventando socio Abm si avrà modo di sostenere la Sede, presente in via Cavour 3, nelle sue molteplici attività d’ufficio riferite al mondo migratorio bellunese; la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati” con il suo patrimonio librario e le sue attività culturali; il MiM Belluno - Museo interattivo delle Migrazioni -, realtà unica a livello nazionale e innovativa grazie alla sua interattività; il Centro Studi sulle migrazioni “Aletheia” per la ricerca e lo studio del fenomeno migratorio; Radio ABM, la webradio dell’Associazione che 24 ore su 24 trasmette informazione, approfondimenti e musica; la casa editrice “Bellunesi nel mondo - edizioni” per la pubblicazioni di volumi dedicati all’emigrazione bellunese di ieri, di oggi e di domani; il social network Bellunoradici.net che rappresenta l’emigrazione 2.0 del Bellunese”.
“Tanti – sottolinea l’Abm – quindi i motivi per diventare socio. Inoltre con la propria quota si riceverà tutti i mesi la rivista “Bellunesi nel mondo” in formato cartaceo e digitale”. Infine, progetti 2019, cittadinanza, targhe straniere, taglio dei contributi alle riviste per gli italiani all’estero. Sono questi i temi affrontati dal Direttivo dell’Unaie (Unione Nazionale Associazioni di Immigrati ed Emigranti) riunitosi sabato 19 gennaio, nella sede dell’Associazione Bellunesi nel Mondo a Belluno. Ospiti della riunione anche i parlamentari eletti all’estero Adriano Cario e Mario Borghese, entrambi del Maie, che hanno fatto il punto della situazione del Governo in merito agli italiani residenti all’estero e alla rete consolare. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi