MISSIONE IN LIBANO: DONATI FARMACI PER LA POPOLAZIONE LOCALE

MISSIONE IN LIBANO: DONATI FARMACI PER LA POPOLAZIONE LOCALE

ROMA\ aise\ - Dal 29 marzo al 23 aprile 2019 è stata condotta nella missione in Libano, dagli specialisti del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza (TV), Caschi Blu italiani che si occupano dei progetti di cooperazione civile e militare, la consegna di farmaci, raccolti attraverso la donazione da parte di aziende farmaceutiche che cedono quelli in eccedenza, giunti nel Libano del sud e resi disponibili dalla Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS.
L’Accordo tra il Comando Operativo di vertice Interforze (COI), l’Ordinariato Militare e la ONLUS è finalizzato allo sviluppo di attività di supporto umanitario in campo sanitario, a favore di persone in condizioni di svantaggio socio - economico nei Teatri Operativi, e ha lo scopo di fornire gratuitamente farmaci alle popolazioni che vivono in condizione di povertà nelle aree di crisi dove le Forze Armate italiane operano quotidianamente per garantire sicurezza, stabilità e pace.
Nello specifico, la distribuzione CIMIC di oltre 32000 confezioni di farmaci avvenuta nel Settore Ovest, a guida italiana, della Missione UNIFIL, ha permesso di sopperire sia alle esigenze di centri medici, ambulatori territoriali e sedi ospedaliere, con un’utenza complessiva di oltre 85.000 abitanti, sia di scuole, centri educativi e orfanotrofi, a favore di circa 3.000 bisognosi, tra studenti e orfani.
I medicinali sono stati distribuiti a seguito di colloqui preventivi intercorsi sia con le Autorità e i rappresentanti delle comunità locali sia con i centri selezionati. Negli incontri è stato mostrato a questi ultimi, per garantire quanta più aderenza possibile, la tipologia di farmaci disponibili, tutti corredati da foglio di istruzioni tradotto in lingua araba. Per le strutture selezionate sono stati quindi identificati i farmaci più idonei per l’impiego, in relazione all’utenza ospitata e alle esigenze dei singoli.
Ad oggi, dal 19 ottobre 2018, giorno dell’assunzione di responsabilità della Joint Task Force Lebanon (JTF-L) – Sector West (SW) da parte della Brigata bersaglieri “Garibaldi”, sono state condotte dal personale medico nazionale, a favore della comunità libanese, circa 2600 visite mediche esterne, nelle diverse municipalità, e quasi 2000 interne, tra le sedi UN di Shama e Al Mansouri, con una media totale di più di 24 giornaliere. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi