MUSEO VIRTUALE DELL'EMIGRAZIONE EMILIANO-ROMAGNOLA: IL MIGRER SI PRESENTA A BOLOGNA

MUSEO VIRTUALE DELL

BOLOGNA\ aise\ - Ancora un evento di presentazione per MIGRER, il museo virtuale dell'emigrazione emiliano-romagnola nel mondo, lanciato la scorsa settimana, che questo giovedì, 24 ottobre, tornerà a far parlare di sé a Bologna.
Organizzata dalla Consulta degli emiliano romagnoli nel mondo, in collaborazione con l'Università di Bologna - Dipartimento Scienze Politiche e Sociali - e il Museo della Civiltà contadina e Piccolo museo dell'emigrante di Monghidoro, la presentazione inizierà alle 15:00 nell’Aula Poeti della Facoltà Scienze Politiche (Strada Maggiore 45) dell’ateneo bolognese.
Migrer è nato per essere un luogo di incontro, uno spazio virtuale dove confluiscono racconti, testimonianze, dati e documenti sull’emigrazione regionale di ieri e di oggi, un hub di connessione tra comunità che, per loro stessa natura, sono lontane geograficamente.
Per raccontare il progetto, mostrarne le funzionalità e approfondire il tema dell'emigrazione e la sua complessità, la Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, in collaborazione con Università, istituti di ricerca, enti e associazioni, ha organizzato 4 tappe di presentazione sul territorio regionale.
La prima è, appunto, quella di giovedì a Bologna, cui interverranno Gian Luigi Molinari - Presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo; Alessandro Cardinali – Vice presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo; Loris Zanatta – docente di Storia e istituzioni delle Americhe, Dipartimento Scienze Politiche e sociali, con un intervento dal titolo "Emigrati a metà. Storie di emiliano romagnoli"; e Vittoria Comellini - curatrice del Museo della Civiltà contadina e Piccolo Museo dell’Emigrante di Monghidoro (Bologna). (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi