PALAGONIA: CARMELO VACCARO PRESENTA “PENSIERI DIVERSI”, LA SUA ULTIMA SILLOGE DI POESIE

PALAGONIA: CARMELO VACCARO PRESENTA “PENSIERI DIVERSI”, LA SUA ULTIMA SILLOGE DI POESIE

GINEVRA\ aise\ - Dopo il progetto “Un libro per ogni alunno dei Corsi d’Italiano del Cantone di Ginevra”, che circa 1000 alunni dei Corsi di Lingua e Cultura Italiana del Cantone di Ginevra riceveranno, in dono, l’ultimo lavoro poetico di Carmelo Vaccaro, intitolato "Pensieri DiVersi", ha fatto il suo debutto a Palagonia (Catania), sua terra natia.
La presentazione della silloge è avvenuta presso la sede della biblioteca comunale “Italo Scaccianoce”, nella straordinaria cornice di Piazza Dante, alla presenza del Sindaco, Salvo Astuti, e dell'assessore alla istruzione ed alla cultura, Gaetano Sipala, nonchè di Angela Schirò, parlamentare eletta all'estero nella circoscrizione Europa.
Assieme, sia pure da diversi punti di vista, hanno provato a descrivere il rapporto con l'autore e conversato con lo stesso circa i temi trattati ed il percorso artistico effettuato.
A moderare gli interventi, in una sala gremita di persone interessate all'evento, Giusi Colombe e Graziana Dammone, le quali hanno anche voluto recitare alcune poesie.
In questa raccolta vengono seguiti diversi percorsi, accomunati però da una idea che lo stesso autore ha voluto indicare nella “donna, radice della natura”.
Attraverso l'immagine della donna, sempre presente, l'autore richiama in maniera paradigmatica figure familiari, foto d'infanzia, splendidi paesaggi rurali siciliani, amati ed ammirati costantemente, contrapponendole a tutte quelle barriere e limitazioni sociali e psicologiche che vincolano le innumerevoli potenzialità espressive ed affettive dell'uomo.
L'opera contiene anche ben cinque acrostici (componimento poetico in cui la lettera iniziale di ogni verso forma un nome o una frase) e le figure evocate (immaginifiche ma non immaginarie) erano quasi tutte presenti in sala.
La donna è al centro del progetto poetico di “Pensieri DiVersi”, ed è lo stesso autore, nel suo intervento, a disegnarne con le parole i tratti.
Musa ispiratrice, elemento di trascendenza, di sostanza e di amore (materno e sponsale), spesso donato senza remore e contropartite.
Percorso storico, come elemento di diseguaglianza, e come tensione morale sempre in divenire.
Vittima sacrificale di una cultura che stenta ad evolversi e ad abbandonare ataviche ed inumane credenze.
Non sono mancati momenti di particolare emozione durante la lettura delle poesie dedicate alla madre dell'autore ed alla piccola Celeste, ultima arrivata nella famiglia Vaccaro.
L’evento si è concluso con un aperitivo offerto dall’Associazione Paliké Onlus. (s. scalia\aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi