REGIONE E APPARTENENZA

REGIONE E APPARTENENZA

ROMA – focus/ aise – Grande è lo sforzo delle Regioni italiane per mantenere saldo il legame con i propri concittadini all’estero. Grande allo stesso modo lo sforzo di sensibilizzare la popolazione su temi di notevole importanza, come quello dell’Olocausto. "Celebrare le Giornate della Memoria e del Ricordo è un dovere istituzionale per consentire agli studenti di conoscere, capire e imparare. Abbiamo deciso di istituzionalizzare un percorso che onori le due date attraverso un disegno di legge sull'istruzione di prossima approvazione per evitare iniziative estemporanee ed equivoci. Regole certe definite con un bando pubblico e iniziative condivise tra Regione, Comuni, scuole e associazioni"; sono queste le parole pronunciate a Udine dell’assessore all'Istruzione del Friuli Venezia Giulia, Alessia Rosolen, in occasione della conferenza stampa di presentazione dei progetti scolastici per le Giornate della Memoria e del Ricordo assieme al presidente della VI Commissione consiliare permanente, Giuseppe Sibau, al consigliere regionale Alessandro Basso e all'assessore alla Cultura del Comune di Gorizia, Fabrizio Oreti. "Abbiamo voluto istituzionalizzare le due giornate - ha precisato Rosolen - attraverso la legge regionale sull'istruzione che sarà approvata la prossima settimana, considerandole come momenti fondanti ed educativi per le scuole del nostro territorio. Diamo agli istituti il controllo del percorso educativo e formativo in collaborazione con i Comuni e, in attesa della norma, abbiamo accelerato il percorso per pubblicare il bando e per garantire trasparenza nell'organizzazione di questi appuntamenti". Da un estremo a un altro: passiamo ora alla Calabria, dove le associazioni Club Sannnicolese, Comunità di Filogaso e Mammola social Club di Toronto, presentano la mostra “Paesi di Calabria culture dell’abitare di ieri e di oggi” un progetto finanziato dalla Regione Calabria attraverso il piano annuale degli interventi e la Legge Regionale 54 del 2012, che mira alla valorizzazione e la promozione nel mondo. L’iniziativa prevede tre tappe internazionali dislocate in altrettanti paesi: Canada, Stati Uniti e Cuba. Il progetto ideato da Maria Loscrì Presidente del Club Unesco di Vibo Valentia e Medexperience, sarà curato da Rosario Chimirri docente di Storia dell'architettura, DINCI, Università della Calabria con il coordinamento di Nicola Pirone direttore della web tv dei Calabresi nel mondo www.kalabriatv.it. I tre appuntamenti saranno realizzati grazie alla collaborazione di Associazione Medexperience di, Club per l’Unesco, Filitalia International Chapter di Vibo Valentia; www.kalabriatv.it. Le tre tappe scelte per lo svolgimento non sono casuali. Toronto è la patria dell’emigrazione calabrese, nonché la sede dei tre sodalizi attuatori del progetto, mentre Philadelphia per via della sede di Filitalia international e il sempre più saldo rapporto tra la Calabria e il dottor Pasquale Nestico, apprezzato cardiologo di origini calabresi. Avana, invece, oltre che per la presenza della comunità calabrese, anche per il legame con la Calabria attraverso San Francesco di Paola. Per l’occasione, infatti, le giornate di esposizioni a Cuba saranno dedicate al Santo Patrono di Calabria e alla capitale che come per la canonizzazione di San Francesco festeggerà i 500 anni dalla fondazione.
Le finalità: La finalità del contributo, è quella di promuovere culturalmente l’immagine dei paesi, attraverso il coinvolgimento delle associazioni e federazioni dei Calabresi nel mondo.
Infine, Individuare “risorse specifiche” per far fronte all’emergenza Venezuela e, in particolare, per aiutare i discendenti di origine molisana, anche per un eventuale rientro in Regione. Questo, in sintesi, il contenuto di una mozione approvata all’unanimità dal Consiglio regionale del Molise. La mozione ha fatto sintesi di tre atti di indirizzo presentati da consiglieri di diversi schieramenti.
La mozione impegna il Presidente della Regione, Toma, a trovare i fondi da destinare ai capitoli “interventi in favore dei Molisani nel Mondo” e “fondo politiche sociali”. Con la mozione, inoltre, si impegna la Giunta “a predisporre ogni iniziativa in sede di Conferenza delle Regioni, coinvolgendo tutte le istituzioni pubbliche e private interessate, per promuovere e sostenere gli interventi dello Stato in merito alle problematiche riferite all’emergenza umanitaria in Venezuela”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi