SETTLED STATUS: 6 DOMANDE (E CHIARIMENTI) PER CAPIRE COME GESTIRE LA PRATICA – DI GABRIELLA BETTIGA

SETTLED STATUS: 6 DOMANDE (E CHIARIMENTI) PER CAPIRE COME GESTIRE LA PRATICA – di Gabriella Bettiga

LONDRA\ aise\ - “Dal 21 gennaio 2019 è possibile fare domanda di pre-settled o settled status. Il sistema, ancora in via sperimentale, è teoricamente aperto a tutti anche se in realtà i possessori di iphone non possono scaricare la relativa app che è disponibile per il momento solo per sistemi Android. Ci sono molti dubbi riguardanti il pre settled e settled status ed oggi cercherò di rispondere alle domande più frequenti che mi sono state fatte”. Avvocato esperto in materie di immigrazione presso lo Studio Legale Sliglaw LLP, Gabriella Bettiga firma questo nuovo articolo per “LondraItalia.com”, quotidiano online diretto da Francesco Ragni.
Posso già fare domanda di settled status o devo fare domanda di permanent residence?
Al momento è possibile presentare sia l’una che l’altra domanda. La permanent residence è più complessa ma il vantaggio è che una volta ottenuta, potrete fare domanda di cittadinanza britannica senza dover attendere un anno, se avete già vissuto in UK per più di cinque anni. Abbiamo già trattato di questo argomento in precedenti articoli.
È vero che il settled status si fa tramite una App?
Si è vero, ma la App serve solo per caricare i dati del proprio passaporto e la propria foto. Poi si dovrà andare sul sito gov.uk per rispondere a varie domande e, se necessario, caricare documentazione per provare la propria presenza in UK. Per andare sul sito gov.uk potrete usare il vostro smartphone o un computer.
Non ho un telefono Android e non ho un passaporto biometrico (cioè con il chip), posso presentare la domanda di settled status?
Per il momento e fino al 29 marzo 2019, la App EU Exit sarà disponibile solo per telefoni Android, con opzione contactless. Questa App leggerà i dati biometrici del vostro passaporto. Chi ha un iphone o una carta di identità non può ancora usare la App. è però possibile inviare il proprio passaporto o carta di identità via posta, o recarsi ad uno dei centri dedicati. Ci sono però solo 13 centri in tutto il Regno Unito: in Scozia ce n’è solo uno a Edimburgo. Due centri sono a Londra, in Hackney e Southwark. Pare che ne apriranno altri in futuro. Va tenuto presente che potete anche utilizzare il telefono Android di amici e parenti, se non ne possedete uno, in quanto l’Home Office assicura che nessun dato personale sarà salvato sul telefono.
Sono qui da meno di cinque anni, come faccio domanda di pre-settled status?
La procedura per la domanda di pre-settled e settled status è identica. Una volta caricati i dati del passaporto sulla App, dovrete fare il log on sul sito gov.uk e rispondere a varie domande. Una di queste domande è se la vostra richiesta è di settled o pre-settled status. Se siete qui da meno di cinque anni selezionerete “pre-settled”.
È vero che se ho un national insurance number (NINo) la domanda è molto semplice?
Questa è una domanda che mi è stata fatta tantissime volte. La risposta è che il possesso di un national insurance number (che più o meno corrisponde al nostro codice fiscale) è irrilevante se non avete mai lavorato o richiesto fondi pubblici. Il NINo aiuta solo se l’avete effettivamente utilizzato. L’Home Office fa controlli incrociati con l’ufficio esattoriale (HMRC) e il dipartimento che elargisce fondi pubblici (Department of Work and Pensions) usando il vostro national insurance number.
Se ad esempio avete lavorato per cinque anni consecutivi e pagato le tasse la vostra domanda di settled status dovrebbe avere esito positivo in breve tempo. Se invece avete periodi in cui il vostro national insurance number non è stato usato, vi sarà chiesto di caricare documentazione che prova la vostra residenza per i periodi di “gap”. Ricordate che per ottenere il settled status dovrete provare di essere stati residenti in UK per almeno 6 mesi in ogni 12 mesi. Assenze superiori a sei mesi interrompono la continuità di residenza. Non potete caricare più di 10 documenti in totale, e ogni documento non può essere più pestante di 6 megabites. Questo limite ha già comportato problemi in vari casi, soprattutto se ci sono lunghi periodi in cui l’Home Office non ha trovato traccia della vostra presenza in UK.
Ho fatto domanda di settled status ma ho ricevuto il pre-settled status. Come mai?
Se l’Home Office non riesce a trovare prova della vostra residenza per cinque anni consecutivi, vi chiederà di caricare documentazione. Tale documentazione verrà esaminata e se la persona addetta non sarà convinta della vostra residenza in UK per cinque anni, potrà rifiutare la domanda o dare il pre-settled status. È molto importante non accettare questa decisione se pensate sia sbagliata.
Ad esempio, se vi viene dato il pre-settled status invece del settled status, vi troverete in una posizione precaria e svantaggiata. Se vi assentate per sei mesi perderete il pre settled status ed il computo dei cinque anni necessari per ricevere il settled status comincerà da zero. Se poi vi assentatate per sei mesi dopo il 31 dicembre 2020 (o dopo giugno 2021 in caso di Brexit con accordo) non beneficerete più delle norme transitorie applicabili agli europei.
Al momento non esiste diritto di appello contro il rifiuto del settled o pre settled status. Esiste però la possibilità di richiedere un controllo amministrativo (admin review) della decisione. In alternativa potrete ripresentare la domanda. Qualsiasi cosa decidiate, non accettate un risultato sbagliato che potrebbe avere conseguenze molto serie in futuro, ma fate valere i vostri diritti”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi