SOSTEGNO ALL’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO IN DUE SCUOLE CIPRIOTE: RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON L’AMBASCIATA

SOSTEGNO ALL’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO IN DUE SCUOLE CIPRIOTE: RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON L’AMBASCIATA

NICOSIA\ aise\ - Con l’obiettivo di sostenere l’insegnamento dell’italiano nelle scuole cipriote, l’Ambasciata d’Italia a Nicosia ha rafforzato la sua storica collaborazione con i due istituti scolastici privati ciprioti che, da decenni, rappresentano il meglio dell’insegnamento dell’Italiano a Cipro: il Terra Santa College di Nicosia e la St. Mary’s School di Limassol.
Ai due istituti, spiega l’Ambasciata, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano ha attribuito un consistente contributo con l’obiettivo di rafforzare le cattedre di apprendimento dell’italiano. Compito della sede diplomatica sarà ora individuare, di comune accordo con i singoli istituti scolastici, le modalità di impiego dei fondi assegnati così da valorizzarne al massimo i benefici.
Il contributo concesso, sottolineano da Cipro, “riconosce l’importanza nel contesto cipriota dell’insegnamento dell’italiano nei due istituti privati, che con oltre 650 alunni ogni anno, partecipano alla formazione di un consistente bacino di italofoni a Cipro. Con esso si vuole anche dare testimonianza del valore aggiunto che i due collegi portano alla diffusione della cultura italiana con l’organizzazione di incontri, viaggi di studio in Italia e l’attivazione degli esami per i Certificati di conoscenza della Lingua Italiana (CELI e PLIDA). La conoscenza della lingua italiana si è inoltre dimostrata un prezioso aiuto per la formazione degli studenti stranieri e la loro crescita personale e professionale”.
L’Ambasciata “intende sostenere ulteriormente la promozione dell’insegnamento dell’italiano a Cipro, anche a fronte della sua diminuita diffusione, continuando le interlocuzioni già in atto con il Ministero dell’Istruzione cipriota con l’obbiettivo di creare in futuro dei poli di insegnamento nell’insegnamento dell’italiano anche negli istituti scolastici pubblici”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi