UNGARO (PD): CONTRO SPOPOLAMENTO E ABBANDONO PICCOLI COMUNI TOGLIERE IMU A ITALIANI ALL’ESTERO

UNGARO (PD): CONTRO SPOPOLAMENTO E ABBANDONO PICCOLI COMUNI TOGLIERE IMU A ITALIANI ALL’ESTERO

ROMA\ aise\ - “Per gli italiani all’estero la casa in Italia rappresenta il più forte legame con la propria terra d’origine: non si tratta infatti solamente di un luogo dove soggiornare durante le vacanze. È la base a cui fare ritorno negli anni della pensione o l’investimento fatto in Italia per consentire il proprio rientro o quello dei figli. Gli italiani che, pur vivendo all’estero, mantengono il loro immobile in Italia svolgono una duplice funzione sociale”. È quanto sostiene Massimo Ungaro, deputato del PD eletto in Europa.
“Da un lato – continua Ungaro – generano un consistente indotto economico grazie al ritorno nel luogo d'origine, dall'altro contribuiscono a contrastare i diffusi fenomeni di degrado architettonico e di abbandono delle abitazioni. Per questo motivo vanno tutelati e agevolati con azioni concrete, partendo principalmente dal carico fiscale”. Per il deputato, quindi, è “necessario estendere subito, ovvero nel primo provvedimento utile, l’esonero dall’IMU/TASI a tutti gli italiani all’estero in linea con la proposta di legge che ho depositato alcuni mesi fa alla Camera e al recente ODG approvato dall’Aula della Camera. Una misura che si sostiene da sola grazie all'indotto economico per i comuni che beneficiano di questo particolare “turismo di ritorno”. I proprietari di immobili nelle aree più soggette all’abbandono e allo spopolamento, o nei piccoli comuni della Penisola, - conclude Ungaro – devono essere i primi a godere di questa esenzione”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi