USA: L’IAOVS CONTRO LA RISOLUZIONE ANTI “COLUMBUS DAY” DELLA NEA

USA: L’IAOVS CONTRO LA RISOLUZIONE ANTI “COLUMBUS DAY” DELLA NEA

TRENTON\ aise\ - L’associazione “Italian American ONE VOICE Coalition” (IAOVC) - cui obiettivo principale è combattere i pregiudizi, gli stereotipi e le discriminazioni contro gli italoamericani negli Stati Uniti - ha riunito nei giorni scorsi una “Task Force”, composta da molte delle organizzazioni italo-americane negli USA, per chiedere alla National Education Association (NEA) di ribaltare la risoluzione, approvata dalla NEA in luglio, per eliminare il Columbus Day e sostituirlo con la Giornata dei Popoli Indigeni.
“Come ex insegnante e come italo-americano, sono indignato per il fatto che la NEA abbia lanciato questo attacco al Columbus Day, usando la sua posizione per avvelenare le menti dei bambini con della narrativa esagerata, falsa e non fattuale sulla storia di Colombo”. Sono queste le parole di Manny Alfano, fondatore e presidente di IAOVC, riguardo la decisione della NEA. “Questo - ha continuato ancora Alfano - non è solo un attacco agli italo-americani, ma è un attacco anche contro tutta la cultura occidentale. Tutto ciò è anti-italiano e anti-americano”.
“Il Columbus Day è un giorno incredibilmente importante per gli italoamericani - ha aggiunto Andrè DiMino, membro del Comitato esecutivo di IAOVC -, in quanto è stato istituito per contrastare la discriminazione e la denigrazione degli immigrati italiani e per celebrare i numerosi contributi agli Stati Uniti apportati da quegli immigrati e dai loro discendenti”.
“Esiste una pletora di falsa e oltraggiosa retorica sull’uso di Colombo per giustificare questo attacco alla nostra eredità e ai nostri diritti civili - ha continuato DiMino -. Se il vero obiettivo della NEA è quello di riconoscere i diritti degli indigeni, lo facciano in un altro giorno e celebreremo insieme a loro”.
I membri della Task Force si sono tutti impegnati a combattere questo attacco della NEA agli italoamericani adottando una contro-risoluzione, in cui si dice che la IAOVC, “a nome delle organizzazioni italo-americane e dei singoli membri in tutto il Paese, ha formato una Task Force per difendere i diritti civili di tutti gli italoamericani e per celebrare a livello federale la festa a loro dedicata, opponendosi alla campagna della NEA per eliminare il Columbus Day”.
La contro-risoluzione fa appello a tutti gli italo-americani e a tutti coloro che “credono nei diritti civili” perché sostengano lo sforzo di IAOVC “inviando un’e-mail alla presidente della NEA, Lily Eskelsen García, oppure chiamando la sede centrale della NEA, per opporsi alla sua risoluzione anti-Colombo e farla ribaltare”. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi