ASSOCIAZIONI IN PRIMA LINEA

ASSOCIAZIONI IN PRIMA LINEA

ROMA – focus/ aise - Tornano i seminari di Storia della Società Friulana di Buenos Aires. Questa volta, gli incontri si concentreranno sulla “Storia dei quartieri” della capitale argentina, SI è INIZIAto martedì, 18 agosto, alle ore 19.00 dal quartiere Liniers con la Professoressa Nélida Rosa Pareja. I proventi andranno ad aiutare le casse di chi sta lottando in prima linea contro il Covid. Per questa prima sessione i proventi andranno a beneficio dell'Ospedale Santojanni di Buenos Aires.
Dopo la scorsa lezione sulle origini di Buenos Aires, la Società Friulana ha iniziato a indagare sui quartieri della capitale. Il prossimo sarà, appunto, il Barrio de Liniers, dai suoi inizi, i primi coloni, le aste e l'importanza della ferrovia, tappa che diventerà una stazione nel 1877.
La Professoressa Nélida Rosa Pareja è laureata e professoressa in storia. Era insegnante di storia del mondo medievale e attualmente insegna Storia della Spagna presso la USAL School of History. È stata dichiarata "Professoressa Emerita" dell'Universidad del Salvador nel 2018. Per 20 anni è stata responsabile della Cattedra di Geopolitica - Scuola del Turismo - ed è stata Ricercatrice presso l'Istituto di Ricerca in Storia, Geografia e Turismo, fino al 2019. Ha pubblicato anche articoli e libri in collaborazione con altri autori, sempre sulla storia. È stata Coordinatrice Accademica della collana "Historia" (testi per la scuola secondaria) di Editorial Logos. È stata, inoltre, Presidente (2017-2019) del Consiglio centrale di studi storici della Federazione della città di Buenos Aires e fondatrice dell'Istituto storico Santiago de Liniers.
Il programma per i prossimi incontri è: 25 agosto: Prof. Arnaldo Miranda Tumbarello - quartiere La Floresta. A beneficio dell'Ospedale Zubizarreta; 1° settembre. Prof. Arnaldo Miranda Tumbarello- Quartiere Villa del Parque. A beneficio dell'Ospedale Zubizarreta; 8 settembre. Ing. Edgardo Oscar Tosi - Quartiere Villa Devoto. A beneficio dell'Ospedale Zubizarreta; 15 settembre: Prof. Rubén Domingo Camillozzi - Quartiere Parque de los Patricios. A beneficio dell'Ospedale Zubizarreta; 22 settembre. Lic. Mabel Roelant - Barrio Agronomía. A beneficio dell'ospedale Tornú.
Continua l’opera benefica della Filitalia International con la casa madre di Philadelphia e il chapter di Vibo Valentia che questa sera, martedì 18 agosto, alle ore 22.00, in piazza Marconi, consegneranno alla struttura Villa Sara un contributo proveniente al programma “Italy in Crisis medical relief fund” indetto negli Stati Uniti per aiutare il paese colpito dal COVID-19.
Il chapter di Vibo Valentia, dopo avere esaminato gli enti e le strutture che avrebbero potuto ambire al fondo di beneficenza, ha optato per la struttura guidata da Carmelo Militello per come ha gestito l’emergenza, dove nessun ospite e personale sanitario ha contratto il virus preservando l’intero comparto di Villa Sara e la sicurezza di tutti con semplici protocolli che hanno avuto il proprio effetto. Inoltre la Filitalia ha confidato sulla stabilità futura della struttura che garantirà assistenza per altri 15 anni a seguito della registrazione del canone d’affitto.
Alla consegna ufficiale della donazione prenderanno parte il direttore sanitario dell’Asp di Vibo Valentia, Raffaele Bava, il consigliere regionale Vito Pitaro, il presidente della Provincia Salvatore Solano, il cardiochirurgo del Policlinico Federico II di Napoli Vito Mannacio e, da Philadelphia, in videoconferenza il fondatore della Filitalia International & foundation Pasquale Nestico.
L’iniziativa, che sarà moderata dall’editore della rivista La Barcunata Bruno Congiustì, vedrà la presenza del gastroenterologo Gian Gaspare Balestreri, oltre che dell’amministratore della struttura Carmelo Militello. La presenza dei medici servirà a sensibilizzare la popolazione su come affrontare il Coronavirus e a lanciare idee nuove per il territorio.
La Filitalia International chapter di Vibo Valentia, nel periodo di lockdown si è distinta nel volontariato contribuendo al confezionamento e alla distribuzione delle mascherine e l’organizzazione dell’iniziativa rivolta ai bambini “L’arte del disegno”, oltre all’aiuto dato agli italiani e calabro-canadesi che sono rimasti bloccati a Cuba.
“Felice che i nostri connazionali negli Stati Uniti abbiano pensato a noi in un momento molto triste” si è detto il presidente della Filitalia International di Vibo Valentia, Nicola Pirone, il quale ha rivolto un “ringraziamento particolare” a Pasquale Nestico “che ha avuto quest’intuizione di devolvere la somma raccolta ai chapter italiani affinché aiutassero tutte quelle realtà coinvolte a combattere il Coronavirus. Non possiamo dimenticare il direttivo della casa madre presieduto da Paula Bonavitacola, sempre vicina alle nostre richieste. La scelta ricaduta su Villa Sara è un premio alla gestione, considerando tutto ciò che è successo nei mesi scorsi in altre strutture simili, in Calabria e in Italia. In più”, ha aggiunto Pirone, “Villa Sara lo ha fatto con le proprie risorse poiché non riceve nessun tipo di finanziamento o contributo. Il nostro piccolo gesto servirà oltre che alla struttura anche alla comunità di San Nicola poiché nella spesa è previsto un defibrillatore che servirà tutto il paese. Questo”, ha concluso, “è solo l’inizio di ciò che stiamo costruendo”.
Continuano le azioni di solidarietà verso Bergamo, tristemente nota in questi mesi di pandemia come “città martire”.
Come riferisce il presidente del Circolo di Bruxelles dell'Ente Bergamaschi nel Mondo, Mauro Rota, in collaborazione con il Centro di Ricerca D.L.C.M. sono stati intercettati partecipanti internazionali che nelle loro lingue hanno voluto testimoniare la vicinanza alla terra bergamasca assicurando il proprio contributo per ripartire. I messaggi di ampia portata emotiva sono stati racchiusi nel video plurilingue con sottotitoli in italiano "Un Giro del Mondo per Bergamo" che può essere visualizzato a questo link. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi