Italiani in partenza per Singapore: Obbligo di tampone negativo effettuato entro 72 ore dal volo

SINGAPORE\ aise\ - Singapore ha introdotto l’obbligo di tampone molecolare PCR negativo effettuato entro le 72 ore precedenti la partenza dall’Italia. A riferirlo ai connazionali è l’Ambasciata d’Italia, specificando che sono esenti dall’obbligo del test Covid-19 i cittadini singaporiani e i Permanent Residents e, a partire da domani, 15 dicembre, i bambini di età inferiore ai 6 anni.
Singapore riconosce i referti dei test Covid-19 rilasciati da laboratori riconosciuti internazionalmente o dalle autorità competenti nel Paese di rilascio. Il referto deve essere in lingua inglese e riportare i seguenti dati: data di accettazione e data del referto; nome, cognome e data di nascita (o numero di passaporto) dell’interessato; risultato del test PCR.
In Italia sono autorizzati ad effettuare i test molecolari sia i laboratori pubblici sia i privati. Per conoscere quali centri rilasciano tale certificato, l’Ambasciata riferisce che è possibile consultare i siti regionali nelle pagine dedicate al COVID-19 o verificare direttamente con la Asl di riferimento. Alcuni centri medici rilasciano la documentazione già in lingua inglese.
In caso il tampone risulti positivo, verrà richiesta prova documentale della prima diagnosi di positività al Covid-19. La data del primo tampone positivo deve ricadere tra i 22 e i 180 giorni precedenti alla data di arrivo a Singapore. I viaggiatori con test Covid-19 positivo datato nei 21 giorni precedenti alla partenza non saranno ammessi all’imbarco. (aise)