LA SETTIMANA DI DEL RE

LA SETTIMANA DI DEL RE

ROMA – focus/ aise - Il vice ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re ha avuto oggi un colloquio telefonico con il ministro degli Esteri del Kenya Raychelle Omamo che ha toccato molteplici aspetti dei rapporti fra i due Paesi, sia a livello bilaterale che nel contesto multilaterale.
Il ministro Omamo ha espresso il grande apprezzamento del suo Paese per come l’Italia ha saputo gestire la grave emergenza pandemica, rappresentando un modello per tutto il mondo. Omamo ha fatto quindi stato dell’attuale situazione delicata in Kenya con un aumento dei contagi. Del Re ha confermato l’attenzione e l’aiuto concreto dell’Italia nell’ambito delle attività della cooperazione allo sviluppo.
Del Re e Omano hanno passato in rassegna il partenariato italo-keniano in materia economico-finanziaria, in ambito spaziale e la collaborazione tra le rispettive forze di polizia. Al riguardo sono state discusse alcune questioni pendenti con l’impegno rispettivo a fare in modo che esse vengano risolte per migliorare il già eccellente quadro dei rapporti bilaterali.
Il vice ministro Del Re si è quindi congratulata per la recente elezione del Kenya al Consiglio di Sicurezza dell’ONU; al riguardo, il ministro Omamo ha confermato la volontà di lavorare per un multilateralismo efficace e per l’affermazione del consiglio nella difesa della pace, della sicurezza e la promozione dei diritti umani, confidando nell’aiuto dei Paesi amici come l’Italia.
Sempre nell’ambito multilaterale il ministro Omamo ha presentato formalmente la candidatura della keniana Amina Mohamed all’incarico di direttore generale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio.
Un altro colloquio telefonico oggi per il vice ministro degli Affari Esteri Emanuela Del Re: dopo il Kenya, è stata la volta dell’Argentina con il ministro degli Esteri Felipe Solà.
La conversazione ha consentito di fare il punto su diverse questioni relative alle relazioni bilaterali e alla cooperazione in ambito multilaterale.
Il vice ministro Del Re ha innanzitutto espresso la vicinanza italiana all’Argentina che si trova in una fase delicata della lotta alla pandemia globale in corso. Del Re si è quindi congratulata per l’accordo raggiunto dall'Argentina ad inizio agosto con i creditori internazionali privati.
I due rappresentanti di governo hanno quindi affrontato la questione delle prossime elezioni alla presidenza della Banca Interamericana di Sviluppo, cui è candidato l’argentino Gustavo Beliz.
Ampio spazio è stato dedicato al rilancio delle relazioni economiche bilaterali per la ripresa dalle conseguenze della pandemia; a tale riguardo Del Re ha menzionato la rilevante presenza di investimenti italiani in Argentina e discusso questioni relative al loro operato nel Paese.
Il vice ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re ha presieduto la prima riunione del Tavolo Virtuale di coordinamento per l’emergenza Libano, cui hanno preso parte rappresentanti delle istituzioni e organizzazioni della società civile italiane impegnate sull’emergenza a Beirut e nelle altre aree del Paese.
Scopo del Tavolo di coordinamento, voluto dalla stessa Del Re, è stato quello di rafforzare il coordinamento degli aiuti italiani al Libano e la risposta del sistema italiano della cooperazione allo sviluppo, favorendo creare sinergie e continuità tra la risposta emergenziale e quella della fase post-emergenza, tenendo conto di quanto l’Italia sta facendo come sistema e che gli effetti socio-economici delle esplosioni di Beirut non sono limitati all’area di Beirut, ma si stanno facendo sentire anche nelle altre aree del Paese.
Il vice ministro ha fatto presente che sono in corso a Beirut esercizi di valutazione dei bisogni avviati dalle Nazioni Unite e dagli attori umanitari operanti in loco, che vengono costantemente aggiornati. Lo scorso 14 agosto, L'Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (OCHA) ha pubblicato un “Flash Appeal” per fornire una risposta a beneficio di circa 300.000 persone su un orizzonte temporale di tre mesi. Anche la Banca Mondiale pubblicherà domani un “Rapid Damage and Needs Assessment” (RDNA), che si focalizzerà sulla ripresa e ricostruzione dopo l’emergenza.
Al fine di pianificare al meglio il contributo italiano, Del Re ha indicato che verrà completata una ricognizione delle iniziative effettuate, pianificate o in corso da parte delle istituzioni governative e della società civile che insieme compongono il sistema Italia, e continuare nei prossimi giorni con un costante aggiornamento. Ha quindi indicato la necessità di instaurare una metodologia di lavoro per consolidare una risposta coordinata e sinergica del sistema Italia a questa emergenza e facilitare l’attività dell’Ambasciata a Beirut nella condivisione delle analisi e delle informazioni.
Il vice ministro ha quindi annunciato l’intenzione di far partire prossimamente un ulteriore volo umanitario dalla base delle Nazioni Unite di Brindisi.
Il vice ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, ha avuto ieri un colloquio telefonico con Peter Maurer, presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa.
La conversazione ha consentito di fare il punto sulla situazione nei vari teatri di crisi e particolarmente in Libia, dove Maurer ha recentemente svolto una visita che ha permesso, tra l’altro, di verificare la complessa situazione umanitaria sul terreno, aggravata dall’impatto del COVID-19 sulle condizioni di vita della popolazione, già prostrata dal lungo conflitto.
Il vice ministro ha espresso consapevolezza di come la pandemia abbia aggravato ulteriormente la già difficile situazione umanitaria del Paese e l’Italia sta valutando possibili aiuti specifici, oltre a quelli già disposti a favore di tutte le aree del Paese. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi