Mucci (We the Italians) intervista Linda Carlozzi della Italian Welfare League

ROMA\ aise\ - “Una delle cose più meravigliose della eccezionale tradizione che unisce tutti coloro che hanno costruito la storia della comunità italoamericana nel corso di tante decadi è la solidarietà, la generosità, la fratellanza che ha permesso a tanti italoamericani di sopravvivere e di crescere in condizioni difficilissime, grazie all’aiuto di altri connazionali. Chiudiamo quest’anno orrendo, che mai dimenticheremo, celebrando con orgoglio e gratitudine i 100 anni di un’istituzione che rappresenta perfettamente il cuore che ha permesso per così tanto tempo un costante aiuto a chi ne aveva e ne ha bisogno. Ieri, oggi e anche domani, la Italian Welfare League è stata, è e sarà un simbolo della generosità italoamericana. Ringraziamo Linda Carlozzi, Chairwoman di questa meravigliosa organizzazione, per permettere a We the Italians di chiudere in bellezza questo terribile 2020”. Questa la premessa con cui il direttore del portale “We the Italians”, Umberto Mucci, ha intervistato Linda Carlozzi, ultima intervista dell’anno.
D. Linda, ti chiediamo di raccontarci qualcosa di te. Da quale parte d'Italia proviene la tua famiglia e quando sono arrivati negli Stati Uniti?
R. Entrambi i miei genitori vengono da un piccolo paese vicino Campobasso, in Molise. La città è Campodipietra. Mia madre è nata negli Stati Uniti, ma è tornata in Italia con la sua famiglia quando aveva circa 14 mesi ed è rimasta in Italia fino ai vent'anni. Poi è nuovamente tornata in Italia per sposare mio padre ed entrambi sono venuti negli Stati Uniti per iniziare il loro American Dream”.
L’intervista integrale è disponibile a questo link. (aise)