Recovery Fund/ Carè (PD): Risorse indispensabili per colmare il divario Nord-Sud

ROMA\ aise\ - “Per il Recovery Fund è arrivato il momento della concretezza. Nel Consiglio europeo del 10 dicembre il budget dell’Ue, di 750 miliardi, è stato approvato e con esso anche le risorse aggiuntive da destinare al fondo per la ripresa, superando i veti di Polonia e Ungheria”. Lo afferma Nicola Carè, deputato del Pd, eletto nella circoscrizione estero e di origine calabrese.
“Con 209 miliardi circa di risorse disponibili”, spiega il deputato, “l’Italia ha la grande occasione di incidere profondamente sul suo sviluppo futuro. Perché si realizzi tale condizione, occorre utilizzare al meglio le risorse a disposizione e ridurre sensibilmente lo storico deficit infrastrutturale che separa visibilmente il Sud Italia dal Nord del Paese. La Calabria, ad esempio, presenta notevoli ritardi. È giusto colmarli per consentire a questa Regione di mettersi al passo con le altre e capitalizzare le straordinarie risorse di cui dispone. Queste, infatti, potrebbero fornire un contributo importante alla crescita del Pil e dell’intera Nazione”.
“Ripristinare condizioni di equità tra i territori, in termini di servizi e infrastrutture, è una condizione irrinunciabile per far ripartire il Paese gravemente segnato dall’emergenza pandemica”, ha aggiunto Carè, per concludere: “La parola d’ordine è accelerare i percorsi di ripresa per consentire il rilancio dell’economia e alleviare le tante sofferenze vissute in questi lunghi, travagliati e difficili mesi”. (aise)