Regione Lombardia con l’Ispi: al via gli incontri per la promozione di accordi con l’America Latina e i Caraibi

MILANO\ aise\ - Un ciclo di incontri virtuali per sottolineare l'importanza delle relazioni economiche e politiche con i Paesi dell'America latina e i Caraibi. Questa l'iniziativa avviata dalla Regione Lombardia, in collaborazione con l'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale, come anticipato a margine della firma dell’accordo con la regione peruviana di La Libertad.
L'intento è quello di sfruttare al meglio le opportunità di rilancio e il consolidamento degli interscambi dopo la pandemia. Il progetto è stato illustrato dal sottosegretario alla Presidenza della Regione con delega ai Rapporti con le delegazioni internazionali Alan Christian Rizzi.
Il primo incontro ha avuto come tema “Scenari politici ed economici dopo la pandemia”.
"Le relazioni internazionali per Regione Lombardia sono fondamentali”, ha spiegato Rizzi. “Siamo la prima regione italiana per export, primo hub per le merci e palcoscenico di molti tra i principali eventi fieristici mondiali. Da sempre, quindi, affacciarci fuori dai confini nazionali è una nostra priorità".
"In questi mesi - ha ricorda il sottosegretario - grazie soprattutto ai Consolati, abbiamo rilanciato moltissimo i rapporti istituzionali come trampolino per riattivare i rapporti economici. Sono numerose le iniziative avviate, molte di più quelle che abbiamo in cantiere. L'obiettivo è quello di ampliare e ravvivare ulteriormente i rapporti con partner internazionali. A titolo d'esempio, abbiamo siglato un Memorandum d'intesa con la regione del Perù, La Libertad: un accordo triennale che ha lo scopo di rafforzare la collaborazione e gli interscambi economici e culturali". In particolare, gli accordi investiranno gli ambiti innovazione, agroindustria, energia, manifatturiero e turismo.
Sempre in materia di rapporti internazionali, regione Lombardia sta predisponendo i dettagli di un accordo “bilaterale” con lo Stato dell'Uruguay.
Lo scopo è quello di promuovere le opportunità di collaborazione imprenditoriali e di investimento, con priorità agli aspetti di internazionalizzazione, ricerca e innovazione.
"L'America Latina - ha ribadito Rizzi - è per noi un'area chiave, di grande importanza. Non va dimenticato che l'Italia, e la Lombardia, hanno anche legami culturali profondi con l'America Latina. A Milano, nel 2003, è nata la prima “Conferenza Italia, America Latina e Caraibi”. L'evento che è poi tornato ciclicamente nel nostro capoluogo, nel 2015 è stato ospitato nella sede di Regione Lombardia".
I prossimi appuntamenti in programma sono “Opportunità per ripartire: gli accordi commerciali con l'America centrale ed i Caraibi”, conferenza prevista il 13 gennaio e “Opportunità per ripartire: gli accordi commerciali con il Paesi dell'America del sud ed il Messico”, in calendario il 10 febbraio. (aise)