RETROSPETTIVA FELLINI A SEOUL CON L’IIC

RETROSPETTIVA FELLINI A SEOUL CON L’IIC

SEOUL\ aise\ - Nonostante le limitazioni previste dal distanziamento fisico, Seoul riuscirà a celebrare degnamente Federico Fellini, il grande regista italiano che quest’anno avrebbe compiuto 100 anni. Grazie alla tenacia dell’Istituto Italiano di Cultura di Seoul e alla collaborazione con la Cinemathèque Seoul Art Cinema, che ha incluso la retrospettiva Fellini nella rassegna estiva 2020 “Cine Vacances”, dal 29 luglio al 2 agosto verranno proiettati 5 film del Maestro con sottotitoli in inglese e coreano.
La rassegna inizierà il 29 luglio alle 19.30 con “Intervista” (1987) e proseguirà con “Prova d’Orchestra” (1979) - 30 Luglio alle 20.00 – “I Vitelloni” (1953) - 31 Luglio alle 20.00 – “Otto e mezzo” (1963) - 1 Agosto alle 16.00 – e, infine, “Giulietta degli Spiriti” (1965) - 2 Agosto alle 16.00.
“È una straordinaria opportunità per il pubblico coreano, soprattutto per i più giovani, di vedere su grande schermo 5 film del grande maestro Federico Fellini; ciascuno dei cinque film rappresenta una epoca del cinema e della storia d’Italia”, sottolinea l’IIC.
“I Vitelloni”, degli anni 50, è ambientato in Romagna, la regione in cui Fellini nacque nel 1920 e da cui ancora molto giovane partì verso la capitale cercando fortuna. Racconta le giornate di cinque ragazzi di provincia impegnati in futili occupazioni in una atmosfera malinconica di provincia.
“Otto e mezzo” del 1963, film premiato con l’Oscar per il miglior film straniero, considerato il suo capolavoro, ci fa immergere nell’Italia degli anni 60 e del boom economico.
“Giulietta degli spiriti” del 1965, un film in cui il regista esplora il rapporto dell’individuo con la magia e con il sogno.
“Prova d’orchestra” del 1979, un film metaforico, è strettamente collegato alla sua epoca, un periodo di profonda crisi economica e politica durante il quale l’Italia ha vissuto il periodo del terrorismo.
“Intervista” è uno degli ultimi film di Fellini, il regista in prima persona nel rispondere alle domande di alcuni giornalisti giapponesi ci accompagna in un viaggio attraverso i mitici studi di Cinecittà dove ha girato tutti i suoi film. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi