TRIBUNALE DEI BREVETTI/ BILLI (LEGA): ANCORA BUGIE DAL SINDACO SALA

TRIBUNALE DEI BREVETTI/ BILLI (LEGA): ANCORA BUGIE DAL SINDACO SALA

MILANO\ aise\ - “Giovedì 27 agosto Giuseppe Sala, sindaco di Milano, ha rilanciato sulla questione dello spostamento del Tribunale Europeo dei Brevetti da Londra a Milano ed ha trovato il modo di attaccare la Lega. Ma perché non attacca i 5 Stelle, suoi alleati di governo, contrari a Milano?”. È quanto si chiede Simone Billi, deputato della Lega eletto nella circoscrizione Estero, ripartizione Europa, aggiungendo: “Noi siamo a favore dello spostamento a Milano”.
“Sala afferma che loro giocano in squadra, ma è una vera e propria bugia”, sostiene Billi: “il PD e i 5 Stelle non hanno ancora trovato un accordo a 10 giorni dalla riunione del comitato tecnico a Bruxelles e continuano a litigare parlandosi sopra l’un l’altro”.
“Sala”, insiste Bille, “afferma inoltre che noi della Lega facciamo solo “slogan” e accusiamo la Sinistra di immobilismo, mentre sottolinea che loro fanno le cose in modo diverso. Dispiace ricordare al sindaco Sala che le accuse di immobilismo sono purtroppo giustificate dai brillanti risultati ottenuti fino ad oggi dalla sinistra al Governo, ad esempio con l’Agenzia Europa del Farmaco. In questo sono d’accordo col Sindaco Sala: siamo diversi”.
Per il parlamentare della Lega “quello che il sindaco Sala considera “slogan” sono invece accorate sollecitazioni per mantenere vivo l’interesse su questa vicenda, che può avere importanti ricadute economiche sul territorio milanese e lombardo”. Billi sottolinea di aver “seguito personalmente la questione” e aggiunge: “non ci lasceremo e non mi lascerò imbavagliare, continuerò a tener alta l’attenzione e a sollecitare le sinistre e i 5 Stelle affinché, oltre alle poltrone, facciano almeno un poco gli interessi del nostro Paese”.
“Il Governo giallo-rosso, a nome del sottosegretario Scalfarotto, ha affermato che non sarà possibile presentare la candidatura di Milano, finché il Trattato non sarà operativo”, continua Billi. “Informo il sindaco ed il sottosegretario che Parigi e Amsterdam hanno già presentato la propria candidatura”.
“Devo ancora stare zitto? Sto parlando ancora addosso a qualcuno?”, si chiede Billi. “Sto facendo e farò tutto quanto è in mio potere per ottenere questo Tribunale a Milano. Purtroppo”, conclude, “le nostre possibilità di azione sono limitate, perchè al governo c’è il partito del sindaco Sala e del sottosegretario Scalfarotto”. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi