VACCINI/ LA GERMANIA VIOLA GLI ACCORDI: PROCACCINI (FDI) CHIEDE ALL’UE DI INTERVENIRE

Vaccini/ La Germania viola gli accordi: Procaccini (Fdi) chiede all’Ue di intervenire

BRUXELLES\ aise\ - Una richiesta di intervento alla Commissione europea per evitare che “la Germania sfrutti la campagna vaccinale anti-Covid nella prospettiva di accrescere il proprio peso economico, a svantaggio del principio di equa concorrenza”. È il contenuto di una interrogazione presentata ieri a Bruxelles dall’europarlamentare di Fratelli d’Italia-ECR, Nicola Procaccini e firmata da tutti i componenti della delegazione di FDI al Parlamento europeo.
“Con l’acquistato di 30 milioni di dosi supplementari del vaccino anti Covid – afferma Proaccini - la Germania ha palesemente violato gli accordi dello scorso 18 giugno, che prevedevano di non negoziare separatamente l’acquisto di dosi e ha inoltre disatteso uno dei principi fondanti dell’Unione, quello di uguaglianza tra gli Stati membri. È chiaro che la ripresa economica a seguito della pandemia dipenderà, in larga parte, dalla capacità di immunizzare il maggior numero di cittadini nel minor tempo possibile, ed è quindi lecito ritenere che la disposizione di un numero maggiore di dosi vaccinali da parte di uno Stato ne accrescerebbe il vantaggio competitivo, a discapito degli altri Stati membri dell’Unione”.
“Per questo – spiega l’eurodeputato – abbiamo chiesto alla Commissione europea di intervenire e verificare l’esistenza di violazioni, che avrebbero come risultato di mettere in ulteriore difficoltà paesi come l’Italia che stanno già pagando un altissimo prezzo sotto il profilo economico e sociale, oltre che nel numero delle vittime. È in queste situazioni, sui grandi temi d carattere generale, che la UE deve dare prova di avere la capacità di rendere coerenti le politiche comunitarie, parlando con una sola voce e riallineando situazioni di squilibrio per fornire ad ogni stato pari opportunità”. (aise) 

Newsletter
Archivi