Dante 700

ROMA – focus/ aise - Domani, giovedì 25 marzo, giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri nota come Dantedì, l’opera del poeta verrà celebrata con l’evento “Dante Alighieri, contemporaneo per sempre. Un dialogo tra Italia e Argentina”, che vede la collaborazione della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, del Museo Nazionale di Belle Arti di Buenos Aires e dell’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires in Argentina, uno dei Paesi che più ha contribuito alla critica dantesca e alla rielaborazione della Divina Commedia nelle arti.
Istituita e promossa dal Ministero della Cultura italiano lo scorso 2020, quest’anno il Dantedì è una ricorrenza particolarmente significativa per la concomitanza con i 700 anni dalla morte del poeta: ogni occasione per parlare di Dante si presenta sempre nuova e arricchente, in virtù delle infinite forme di ispirazione e sedimentazioni che l’opera dantesca, con il suo potente visibile parlare, non ha mai smesso di alimentare tra artisti di ogni epoca e paese.
Nel corso dell’incontro, verranno presentate al pubblico opere scelte dalle collezioni dei due musei, rappresentative dell’influenza del poeta su artisti di diverse epoche e provenienze. In questo caso, un excursus attraverso pittura, grafica e scultura, in un dialogo dal taglio internazionale.
L’evento si svolgerà on line domani, 25 marzo, alle ore 12.00 in Argentina (le 16.00 in Italia), e sarà aperto dai saluti istituzionali dei ministri della Cultura argentino, Tristán Bauer, e italiano, Dario Franceschini, dagli ambasciatori nei due Paesi Roberto Manuel Carlés e Giuseppe Manzo, la direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, Donatella Cannova, la direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Cristiana Collu, e il direttore del Museo Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires, Andrés Duprat.
Interverranno poi le storiche dell’arte Giovanna Coltelli e Chiara Stefani della Galleria Nazionale d’Arte moderna e Contemporanea, Mariana Marchesi, direttore artistico del Museo Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires, e Paola Melgarejo, storica dell’arte del Museo di Buenos Aires.
Questo incontro è la prima attività che vede le tre istituzioni culturali affiancate nella realizzazione di iniziative congiunte. Grazie ad un protocollo d’intesa che verrà presentato in questa sede, si rilancia il dialogo culturale italo-argentino nel campo della collaborazione artistica, con una serie di iniziative che, nel corso del 2021, potenzieranno gli scambi e le occasioni di ricerca ed indagine delle rispettive collezioni, culminando in mostre create ad hoc per gli spazi dei due musei.
Per poter seguire l’evento, che si terrà in italiano e in spagnolo, basterà collegarsi al canale YouTube dell'Istituto Italiano di Cultura a questo link.
L'Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles nell’ambito del DanteDì in programma per domani per celebrare Dante Alighieri a 700 anni dalla sua morte, presenterà un programma speciale.
“Filming Italy: Dante 700” è il primo degli appuntamenti ed ospiterà diversi noti attori ospiti del Festival Filming Italy Los Angeles, tra cui William Baldwin, Monica Bellucci, Salvatore Esposito, Claudia Gerini, Monica Guerritore, Danny Huston, Gina Lollobrigida e Michele Placido, che saranno introdotti dall’Ambasciatore Armando Varricchio, e che leggeranno passi della Divina Commedia. Con la Cineteca di Bologna, poi, sarà presentata la proiezione con musica registrata dal vivo del film muto “L'inferno” (1911), di Francesco Bertolini, Giuseppe de Liguoro e Adolfo Padovan, il primo film italiano a 5 bobine, basato sul primo cantico della Divina Commedia; introduzione del Direttore della Cineteca di Bologna, Gianluca Farinelli. Il film sarà disponibile solo il 25 marzo su mymovies.it con codice di accesso dall'invito dell’IIC.
Il secondo delle iniziative è “Drawing Dante. Uno, nessuno e centomila volti”, con cui l’IIC losangelino, assieme a “Dante Plus”, presenteranno una visita virtuale della mostra collettiva e retrospettiva con oltre 40 opere di artisti, fumettisti e disegnatori che interpretano l'immagine iconica di Dante, esposte a Ravenna nei pressi della tomba di Dante Alighieri e curata da Marco Miccoli, Bonobolabo in collaborazione con il Comune di Ravenna e sotto gli auspici del Consolato Generale di Houston. Il tour virtuale sarà introdotto da Federico Ciattaglia, Console Generale d'Italia a Houston.
In mostra opere di: About Ponny, Ache77, Alberto Corradi, Andrea Dalla Barba, Andrea D'Ascanio, Andrea Ravo Mattoni, Andrea Rivola, Awer, Bibito, Capitan Artiglio, Dalia Del Bue, David Sossella, Davide Bart Salvemini, Davide Saraceno, Diavù, Edo Faravelli, Enrico D'elia, Ilaria Urbinati, Jacopo Rosati, Krayon, Lorenzo Gritti, LRNZ, Marco Bonatti, Marco Filicio, Marco Galli, Marco Viola, Marta Pantaleo, Matteo Cuccato, Milo Manara, Nicola Alessandrini, Nicola Varesco, Oscar Diodoro, Resli Tale, Riccardo Guasco, Roberto Gentili, Sara Vasini, Seacreative, Sebastiano Barcaroli, Stefano Babini, Stefano Colferai, Thomas Cian, Werther Banfi e ZUC.
La mostra sarà disponibile sul sito e sul canale YouTube dell’Istituto da domani fino al 21 aprile prossimo.
In occasione del “Dantedì 2021”, la giornata designata per celebrare la figura di Dante Alighieri nella data indicata simbolicamente come l'inizio del viaggio ultraterreno della Divina Commedia, l’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, organizza oggi la conferenza “Avviciniamoci a Dante”, congiuntamente con il Centro Studi Italianistici della Beijing Foreign Studies University.
La conferenza online, moderata dal Direttore dell’IIC Franco Amadei, avrà come relatore il professor Wen Zheng della Beijing Foreign Studies University e vedrà la partecipazione del professor Cheng Mo italianista della Peking University e della professoressa Zhu Zhenyu della Zhejiang University. La conferenza sarà dedicata ad una introduzione generale di Dante e della sua opera al grande pubblico cinese.
Accanto alle nozioni base su biografia e opere principali del Poeta, il professor Wen traccerà anche un profilo storico dell’arrivo di Dante e della Commedia in Cina.
L’evento si concluderà con la lettura di brani scelti dalla Divina Commedia da parte di un gruppo di studenti del Dipartimento di Lingua Italiana della Beijing Foreign Studies University, i quali metteranno a confronto le principali versioni in cinese dell’opera del Sommo Poeta. Nel corso dell’evento saranno infine illustrate le prossime pubblicazioni di nuove edizioni della Divina Commedia in cinese. (focus\ aise)