Fare rete

ROMA – focus/ aise - Il Ministero della Salute italiano, con il provvedimento GU Serie Generale n.59 del 10 marzo scorso, ha prorogato fino al 30 giugno 2021 la disciplina dei voli diretti Covid-tested tra Stati Uniti e Italia. È quanto ricorda il Consolato Generale d’Italia a Boston, aggiungendo che, oltre alla proroga, il provvedimento ha autorizzato l'aeroporto di Milano Malpensa, in aggiunta a quello di Roma Fiumicino, per la sperimentazione dei voli Covid-tested dagli aeroporti internazionali di New York e Atlanta.
Non tutti i voli diretti internazionali tra i predetti aeroporti, però, sono Covid-tested, precisano da Boston, e occorrerà verificare al momento della prenotazione che il volo prescelto sia Covid-tested.
Il Consolato Generale ha inoltre attirato l’attenzione di tutti i passeggeri sui voli Covid-tested dagli Stati Uniti verso l’Italia evidenziando che, a partire dal 23 marzo, è stata introdotta anche la compilazione obbligatoria dei moduli di localizzazione dei passeggeri (Passenger Locator Form - PLF) digitali.
Per ulteriori informazioni sulle procedure il Consolato Generale raccomanda di seguire con attenzione le indicazioni alla seguente pagina del Sito Internet del Ministero della Salute italiano.
Scambio di esperienze e buone prassi al centro del webinar organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo per fare il punto, con il prezioso contributo di esperti del settore italiani e giapponesi, sugli sforzi profusi dai due Paesi nello sviluppo di tecnologie fotovoltaiche per lo sfruttamento dell’energia solare e nel processo di decarbonizzazione.
“Una opportunità eccellente”, commenta l’ambasciatore d’Italia a Tokyo, Giorgio Starace, “per mettere in contatto rappresentanti dell’industria e della ricerca dei nostri due Paesi, con uno sguardo particolare agli impegni assunti per il 2030 e per il 2050 e al ruolo prominente dell’Italia che quest’anno co-organizza la COP26 e presiede il G20. Questo”, aggiunge Starace, “è il terzo di una serie di webinar che sto promuovendo con cadenza mensile nei settori della ricerca e delle nuove tecnologie, ed il secondo nel campo delle tecnologie per la lotta ai cambiamenti climatici, dopo quello sull’idrogeno. Il primo era stato dedicato a vaccini e terapie per affrontare la pandemia Covid-19”.
Sono intervenuti al webinar, inserito nell’ambito della promozione della Giornata della Ricerca Italiana in Giappone: Pier Francesco Rimbotti, ceo Infrastrutture S.p.A., che ha illustrato il suo esempio di successo di una azienda italiana in Giappone nel fotovoltaico; l’addetto scientifico dell’Ambasciata, Enrico Traversa, quale moderatore; Tsutomu Miyasaka della Toin University of Yokohama; Alberto Vomiero della Ca’ Foscari di Venezia; Ryota Mishima di Kaneka Co.; e Aldo Di Carlo dell’Istituto sulla Struttura della Materia del Consiglio Nazionale delle Richerche (ISM-CNR) e dell’Università Tor Vergata di Roma.
L’Ambasciatore italiano a Kabul, Vittorio Sandalli, e il Ministro degli esteri afghano Mohammad Haneef Atmar hanno presentato nei giorni scorsi il logo ufficiale del Centenario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Afghanistan in occasione di un incontro, che ha permesso di passare in rassegna le pressanti questioni di attualità legate al processo di pace afghano.
Le celebrazioni del centenario culmineranno con un evento ufficiale in programma il prossimo 3 giugno.
In stretta collaborazione con il Governo afghano, l'Ambasciata d'Italia a Kabul è al lavoro per approntare una serie di iniziative celebrative dell'evento, che permettano di approfondire i legami storici tra i due Paesi e aprire nuove possibilità di collaborazione future in ambito culturale, economico e scientifico.
L'Ambasciata accompagnerà inoltre il percorso che porta al 3 giugno 2021 con una serie di post, sul profilo Twitter e sul sito istituzionale, dedicati ai momenti più significativi della storica amicizia tra Italia e Afghanistan. (focus\ aise)