Marco Petacco: “Stiamo esplorando vie alternative per poter rispondere alle richieste di appuntamenti” – di Pablo Mandarino

BUENOS AIRES\ aise\ - “Intervistato da José Conde e Graciela Laino su radio Italia Eterna, il Console Generale a Buenos Aires Marco Petacco ha risposto ad alcuni dei più ricorrenti reclami fatti dai connazionali riguardo il servizio Prenota Online, il portale Fast It ed il funzionamento dei vice consolati; inoltre ha parlato delle difficoltà ad accedere ai turni di richiesta di cittadinanza”. Ne dà notizia Pablo Mandarino su “L’Eco d’Italia”, giornale che dirige a Buenos Aires.
““Gli appuntamenti per le videochiamate evidenziano le stesse criticità che avevamo prima della pandemia. È molto complicato, con gli strumenti che abbiamo a disposizione, poter rispondere alla richiesta di una popolazione il cui 50% ha, in qualche modo, discendenza italiana”, ha spiegato il Console Generale.
La novità della prenotazione dei turni con le videochiamate è stato un modo introdotto sia per evitare le agenzie amministrative che per cercare di aumentare l’operatività degli uffici che hanno una domanda in gran lunga maggiore rispetto alle sedi consolari di altri Paesi.
“Il sistema di videochiamate risponde alla necessità di poter scavalcare le agenzie amministrative, ma è evidente che si crea un collo di bottiglia che è difficile da superare. Oggi stiamo gestendo esattamente la stessa quantità di turni rispetto al periodo pre-pandemia ed abbiamo anche recuperato gli appuntamenti che erano fermi da marzo dell’anno scorso quando è iniziato il lockdown” sintetizza Petacco.
JC: Come sta funzionando il Fast It in questa nuova fase? Sappiamo di alcuni reclami di persone che hanno molte difficoltà nel caricare la documentazione nel portale.
MP: L’esigenza di limitare la misura dei files pdf è comune a tutti i procedimenti digitali nella pubblica amministrazione e risponde alla necessità di non sovraccaricare le piattaforme digitali che sono disegnate per assistere centinaia di milioni di persone alla volta.
JC: Com’è la situazione dei Vice consolati onorari e dei corrispondenti consolari?
MP: Il Corrispondente consolare di Merlo e l’agenzia vice consolare onoraria di San Isidro funzionano correttamente, ricevono gli atti e gestiscono le pratiche. Ci sono stati, ovviamente, momenti in cui non hanno potuto funzionare normalmente, ma sono già state ristabilite le attività e stanno già lavorando al ritmo abituale.
Per la riapertura del vice consolato di Zárate, invece, c’è bisogno di altre tre settimane prima di poter ricominciare a funzionare. Infine, il Corrispondente consolare di 3 de Febrero ha ritardato la data stabilita per la riapertura, ma presto sarà pronto a ricevere gli utenti residenti nella sua circoscrizione di competenza”. (aise)