Abbati (Aitef) al Governo: non dimenticate il Sud

BARI\ aise\ - I 209 miliardi assegnati all’Italia con il Recovery Fund rappresentano “una grande occasione che va gestita con oculatezza, decisione e responsabilità”. È quanto sostiene Giuseppe Abbati, Presidente dell’AITEF, in una “lettera aperta” al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ai Presidenti delle Regioni del Sud e a quelli delle Associazioni Aiccre Puglia, AEM e MFE.
“Da anni aspettiamo che lo Stato operi per dare al Sud un giusto riconoscimento e la difesa dei diritti e finora abbiamo avuto solo notizie deludenti”, continua Abbati, che per la ripartizione delle risorse auspica sia una “attenta valutazione” che una “graduatoria puntuale sulle necessità e le priorità”.
Il Sud, sottolinea, “ha grandi potenzialità da sfruttare e utilizzare a vantaggio dell’Italia e dell’Europa”. Ecco perché “i 209 miliardi vanno utilizzati per il riscatto del Sud”.
L’Italia “deve ritornare protagonista nel Mediterraneo e sono indispensabili alcuni provvedimenti” tra cui “l’attuazione della Macroregione Europea del Mediterraneo”, ma anche “un collegamento Sicilia – Tunisia”. Lo sviluppo del territorio sarebbe indispensabile per “bloccare le migrazioni”.
“Il Sud attende da anni la ricostruzione di strade, ponti, città e borghi abbandonati, distrutti dai terremoti e da dissesti idrogeologici: non possiamo attendere oltre”, conclude Abbati. “È ora di dare a chi ha più bisogno”. (aise)