ARGENTINA: L’ABM PIANGE LA SCOMPARSA DI ANGELO RONI

ARGENTINA: L’ABM PIANGE LA SCOMPARSA DI ANGELO RONI

BELLUNO\ aise\ - È morto Angelo Roni, uno dei fondatori della Famiglia “La Bellunese” di Buenos Aires. Nel 2016 aveva ricevuto il Premio internazionale bellunesi nel mondo. A darne notizia la stessa Associazione Bellunesi nel Mondo.
“Sono momenti difficili per l’associazionismo veneto in emigrazione di Buenos Aires - ha spiegato Abm -. Dopo la scomparsa, poche settimane fa, della giovane Karin Orlandi, dirigente del Cava (Comitato Veneto Argentina), nella giornata di venerdì, 7 agosto, è scomparso Angelo Roni, uno dei fondatori della Famiglia “La Bellunese” della capitale argentina. Un doppio lutto per la famiglia Roni dato che Karin era la moglie di Esteban, figlio del compianto Angelo”.
“Siamo davvero vicini ad Esteban per questo momento di dolore - ha affermato il presidente Abm, Oscar De Bona - questa è una grave perdita per la grande famiglia dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. Grazie a lui e ai suoi collaboratori abbiamo organizzato, quando ero assessore regionale, un’iniziativa di grande spessore al teatro Colòn, con la partecipazione del Coro Monti del sole e di tutta la comunità veneta di Buenos Aires”.
Nato a Buenos Aires nel 1933, da padre bellunese, a 23 anni ottiene la cittadinanza italiana e, dopo gli studi in Ingegneria Civile, fonda un’impresa edile e costruisce numerose opere a Buenos Aires. Partecipa attivamente alla costituzione del circolo bellunese locale dedicandosi a mantenere i legami fra tutti i discendenti e gli emigranti bellunesi. Delegato e Segretario della Confederazione delle Associazioni Italiane in Argentina è stato presidente dell’Associazione Familiare Culturale e Ricreativa Bellunese, che ha sostenuto creando un ambiente per gli incontri sociali. Nel 2013 è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana e ha fatto parte delle dodici personalità italiane, più rappresentative, scelte dal Consolato d’Italia in Argentina.
Non da ultimo nel 2016 ha ricevuto il premio internazionale “Bellunesi che onorano la provincia di Belluno in Italia e all’estero”.
“Ho tanti ricordi personali di Angelo - ha continuato De Bona - era un vero signore e un importante punto di riferimento per tutte le comunità bellunesi”.
Parole di commiato giungono anche dalla vice presidente Abm, Patrizia Burigo: “Con Angelo Roni perdiamo un’altra figura storica della nostra Associazione. Purtroppo se ne sta andando una generazione che è stata l’anima delle Famiglie Bellunesi a cui va il nostro più sentito ringraziamento per quanto fatto per mantenere vivo il legame con la terra d’origine”.
Di certo non manca la volontà di continuare la missione dell’Associazione Bellunesi nel Mondo anche nella città di Buenos Aires. “Nuova linfa è arrivata - ha concluso De Bona - dalla nostra giovane consigliera Ernestina Dalla Corte, che con grande spirito di iniziativa e passione si è messa a disposizione per continuare nella molteplice attività di rendere sempre più forte il legame tra l’Argentina e Belluno. Ciao Angelo, fai buon viaggio”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi