DALLA REGIONE ONORIFICENZA A MICHELE COLOMBINO PRESIDENTE DEI PIEMONTESI NEL MONDO

DALLA REGIONE ONORIFICENZA A MICHELE COLOMBINO PRESIDENTE DEI PIEMONTESI NEL MONDO

TORINO\ aise\ - La Regione Piemonte, su proposta dell’Assessore Maurizio Marrone, e con deliberazione unanime del 24 novembre, ha insignito Michele Colombino, Presidente dell’associazione dei piemontesi nel mondo, della massima onorificenza regionale: “Il Sigillo”. Ne dà notizia Loredana Genero nell’ultima newsletter dell’associazione.
“Istituito con legge regionale n. 15 del 2004, - scrive Genero – il Sigillo è una medaglia d’oro con lo stemma della Regione montata su un bassorilievo fuso in bronzo patinato che riproduce la sagoma del Piemonte. Viene conferito ai cittadini che per qualche motivo, evento o fatto di rilievo, o per la propria carriera, abbiano portato lustro e onore al Piemonte. Un vero e proprio “premio alla carriera” per Michele Colombino, che ha immediatamente dedicato l’onorificenza a tutti i piemontesi nel mondo, fieri delle proprie radici, che si spendono nel volontariato associazionistico, e a tutti i suoi collaboratori”.
“Tutta l’Associazione Piemontesi nel mondo si stringe al Suo Presidente, con la consapevolezza e l’impegno di tenere alto il testimone dello straordinario lavoro da lui svolto”, conclude Genero.
Dalle pagine del notiziario, lo stesso Colombino estende il riconoscimento a tutta l’associazione: “il conferimento del “Sigillo della Regione Piemonte”, tramite la mia persona, per quanto la nostra Associazione ha realizzato negli anni, in collaborazione con la vasta rete mondiale del volontariato associazionistico piemontese nel mondo, assume e conferma l'impegno nel preservare e rafforzare il legame fra il Piemonte e i piemontesi nel mondo”, scrive il presidente. “Continueremo pertanto in questa missione con entusiasmo e vigore, in collaborazione con la Regione Piemonte che può contare, in ogni nazione del mondo, su “alfieri” della piemontesità, talvolta incomprensibilmente dimenticati, ma che invece con orgoglio si sentono parte viva ed integrante della nostra terra”.
Colombino infine ringrazia la Regione Piemonte “per questo inatteso riconoscimento, che estendo a tutti i collaboratori e ai piemontesi nel mondo”. (aise) 

Newsletter
Archivi