HEVRAT YEHUDEI ITALIA BEISRAEL: ELETTO IL NUOVO DIRETTIVO

HEVRAT YEHUDEI ITALIA BEISRAEL: ELETTO IL NUOVO DIRETTIVO

GERUSALEMME\ aise\ - Si è svolta ieri sera, 28 ottobre, per la prima volta su zoom l’Assemblea Generale della Onlus Hevrat Yehudei Italia beIsrael, l’organo rappresentativo della comunità di origine italiana a Gerusalemme e in Israele, associazione che dirige, tra l’altro, la sinagoga di rito italiano di Conegliano Veneto a Gerusalemme, oltre al Fondo Anziani Italiani per beneficenza, il centro della terza età Sergio Sierra e diverse altre attività culturali.
A fare il resoconto che qui pubblichiamo è il presidente del Comites di Gerusalemme Beniamino Lazar.
“I lavori si sono aperti con l’elezione del Presidente della assemblea, Samuele Giannetti, che ha curato con destrezza, il tutto via zoom, l’iter della assemblea con il valente aiuto della segretaria Sharon Picciotto.
Ha aperto la Assemblea il Presidente uscente, Sergio Della Pergola, seguito dal rappresentante la Commissione di controllo, per il tramite di Gino Piperno Beer.
Il Revisore dei conti, il CPA Nehemia Shimonovitz, ha presentato ai partecipanti il Bilancio dell’anno 2019, il primo preparato sul futuro della Associazione, dopo che vi era stata alcuni anni fa la divisione dal Museo d’Arte ebraica U. Nahon, che oggi è una Onlus a parte, ma sempre collegata con la Hevrat Yehudei Italia be Israel.
Dopo le diverse relazioni, vi è stato un interessante dibattito sulla necessità di finire al più presto i lavori di ampliamento dei locali [lavori bloccati a causa del coronavirus ma anche della burocrazia del Comune di Gerusalemme] e anche, in special modo, sull’inserimento dei giovani e dei nuovi immigrati nell’associazione, sulla creazione di altri punti di incontro, attività culturali e contatti con l’Italia.
Presenti all’Assemblea quasi tutti gli iscritti; questa volta, visto che l’Assemblea si è tenuta via zoom, hanno potuto partecipare dall’estero alcuni soci che ora si trovano in Italia.
Al termine, dopo tutta una serie di votazione di carattere procedurale, si è passati alla votazione del nuovo Comitato. È stata la prima volta di una votazione segreta via zoom.
I candidati per i 7 posti del Comitato Direttivo erano sin dall’inizio 16, ma all’ultimo momento Ruhama Bonfil Piperno- Beer si è ritirata in quanto il marito era stato eletto come facente parte della Commissione di Controllo [Vaadat Bikoret].
Al termine della votazione segreta, sono risultati eletti i signori: Michi Raccah (originario di Genova), Gaia Piperno Besso (originaria di Roma), Filippo Ventura (originario di Firenze), Michael Sierra (di Gerusalemme ma con origini da Padova e Torino), Angelo Piattelli (originario di Roma), Eran Jarach (originario di Tel Aviv e Milano) e Astorre Modena (originario di Milano).
Nei prossimi giorni, alla prima riunione, il comtiato eleggerà il nuovo Presidente della Associazione, che le previsioni indicano nella persona di Michi Raccah, che ha raccolto il più alto numeri dei voti.
La Assemblea è durata oltre 4 ore: grazie a zoom, nonostante le limitazioni causate dal virus, è stato possibile mantenere gli obblighi in base alla Legge, cioè di tenere questa assemblea ed eleggere le nuove cariche.
Al più presto il nuovo Comitato Direttivo incontrerà i rappresentanti dell’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv e del Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme”. (aise) 

Newsletter
Archivi