I CINQUANT’ANNI DELLA FAMIGLIA BELLUNESE DI GLARUS

I CINQUANT’ANNI DELLA FAMIGLIA BELLUNESE DI GLARUS

BELLUNO\ aise\ - Una bella giornata di cordialità, di calore e di festa nel ricordo di cinquant’anni ricchi di splendide attività, quella con cui la “Famiglia” di Glarus, in Svizzera, sabato 11 maggio ha celebrato nella splendida sala dell’hotel Glarnerhof il suo cinquantennale.
Una viva e toccante relazione della presidente Linda De Bastiani ed una proiezione in successione di espressive immagini ha sottolineato i risultati e il valore di anni di incancellabili momenti di comunità, produttivi di qualificate iniziative di aggregazione, di solidarietà, di partecipati e animati incontri comunitari, vissuti nello spirito di una famiglia orgogliosa del suo essere bellunese, attaccata alla sua terra origine e, insieme, ben presente e integrata nella comunità ospite. E contemporaneamente il ricordo e la gratitudine verso quanti ne sono stati generosi protagonisti.
All’assemblea, che ha confermato il dinamico e tenace direttivo uscente, è seguita la festa, arricchita da piacevoli sorprese, quali una divertente rappresentazione teatrale in genuino dialetto bellunese e la distribuzione di omaggi ad ex dirigenti, collaboratori, ed ospiti ad ognuno dei quali la Presidente ha saputo rivolgersi con un’appropriata parola di riconoscenza e stima. Tra gli ospiti, il presidente della Confederazione delle Associazioni Venete in Svizzera Luciano Alban, i rappresentanti delle Famiglie Bellunesi di Lugano e Zurigo, e, per l’ABM, la vicepresidente Patrizia Burigo (che ha consegnato alla Famiglia una targa commemorativa dell’evento), il presidente onorario Gioachino Bratti e il direttore Marco Crepaz.
Una giornata preparata da Linda e dai suoi collaboratori con passione e amore, curata in ogni particolare, magnificamente riuscita in ogni suo aspetto, compreso quello di una presenza sentita e partecipe. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi