PROMOZIONE DEL MADE IN ITALY ALL’ESTERO: IL PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE “IDENTITÀ ITALIANA”

PROMOZIONE DEL MADE IN ITALY ALL’ESTERO: IL PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE “IDENTITÀ ITALIANA”

ROMA\ aise\ - È partita ieri, 1 luglio, la campagna promozionale indetta dall’associazione “Identità italiana – Italiani all’estero” per contribuire al rilancio dell’economia italiana. La campagna è diretta agli oltre 5 milioni di connazionali residenti all’estero e agli svariati milioni di italo-discendenti sparsi in ogni parte del mondo.
“L’apporto degli italiani all’estero alle vicende politiche ed economiche della Madrepatria non è mai mancato”, spiegano gli organizzatori della campagna. “Come dimostrano nel periodo Risorgimentale la partecipazione di molti emigrati alle imprese di Mazzini e Garibaldi (anch’egli un emigrato!) o l’accorrere dall’estero di molti volontari per combattere nelle Guerre d’Indipendenza e nella Prima Guerra Mondiale. Né si può dimenticare che dopo la fine della seconda guerra mondiale, la ricostruzione fu possibile anche grazie alle rimesse degli emigrati”.
“Oggi le prospettive per l’economia italiane sono quanto mai negative, peggiori anche di quelle relative alla crisi finanziaria mondiale del 2008: lo indicano le previsioni di tutti gli osservatori economici nazionali ed internazionali”. Dall'associazione “Identità italiana” si dicono però “convinti che il popolo italiano saprà superare anche questa grave crisi, così come negli anni ’40 e ’50 ha saputo superare le distruzioni fisiche e morali di una guerra perduta e di una feroce guerra civile, con spirito di sacrificio, senso del dovere, voglia di vivere che resero possibile il “miracolo italiano” degli anni ’60”.
Ad aiutare il Paese, “Identità italiana” chiamerà a “concorrere a questa opera gli italiani stabilmente residenti all’estero (oltre 5.400.000 quelli iscritti all’AIRE) e soprattutto i milioni e milioni di italo-discendenti (stimati tra i 20 e i 70 milioni) sparsi nei cinque continenti. Cercheremo di coinvolgerne il maggior numero possibile con la nostra pagina Facebook, con il nostro sito istituzionale, con il nostro foglio notizie, per invitarli a sostenere il grande sforzo che l’Italia è chiamata a fare con un piccolo ma importante gesto: l’acquisto di prodotti italiani per la tavola, per la casa, per l’abbigliamento, per il tempo libero”.
In che modo? Dicendo loro che “Il cibo italiano è il piu' buono e il piu' salutare del mondo: mangiamo italiano e facciamo bene all’Italia, ma anche a noi stessi e alla nostra salute!”. Ed ancora: “La moda italiana è da sempre sinonimo di buon gusto e di eleganza: vestiamo italiano, aiutiamo l’Italia e vestiamoci di bellezza!” e “Il prodotto italiano è sinonimo di “prodotto ben fatto”: compriamo italiano, aiuteremo l’Italia, ma anche noi stessi acquistando prodotti di qualità!”.
“In un secondo tempo, appena si saranno riattivati i collegamenti aerei con i Paesi nei quali è maggiormente apprezzata l’Italia come meta turistica”, l'associazione annuncia che “partirà la seconda fase della campagna con questo invito a visitare l'Italia, con riferimento sia alle sue bellezze naturali che alle bellezze culturali artistiche storiche ed archeologiche”. Dunque: “Viaggiamo in Italia, viaggiamo nella bellezza, viaggiamo nella cultura, viaggiamo nella storia!”.
Un concorso fotografico sarà indetto tra i partecipanti alle due fasi della campagna che saranno invitati a inviare le loro fotografie mentre acquistano prodotti italiani o mentre visitano l'Italia.
La campagna è completamente autofinanziata.(aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli