EUROPE IN ACTION: L’UNIONE EUROPEA AL SERVIZIO DELLE IMPRESE

EUROPE IN ACTION: L’UNIONE EUROPEA AL SERVIZIO DELLE IMPRESE

BRUXELLES\ aise\ - Il 6 marzo 2019 si terrà al Parlamento europeo, sede di Bruxelles un evento dedicato al confronto tra imprenditori europei ed esperti nel settore commerciale. L’obiettivo è quello di presentare come sono stati attuati le politiche ed i programmi europei e quali piani normativi e finanziari futuri ha l’Unione europea a favore delle imprese. Il convegno, promosso dall’onorevole Salvatore Cicu vedrà la presenza del Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e la partecipazione di rappresentanti di importanti organizzazioni, quali il Committee on International Trade (INTA), la Camera di Commercio Belgo-Italiana, Confindustria, Confartigianato, Confagricoltura, Coldiretti, Export Usa, AEGIS Europe, CNA, CIA Agricoltori Italiani.
“Nel prossimo ciclo di programmazione europea 2021-2027 - spiega l’europarlamentare Salvatore Cicu – i fondi a disposizione per le piccole e medie imprese saranno incrementati in tanti settori quali: turismo, innovazione, ricerca, cultura e ambiente”. Tra le principali novità l’Unione europea propone un aumento degli investimenti nella trasformazione digitale fino a 12 miliardi di euro ed un incremento del 50% degli investimenti in ricerca ed innovazione. Verranno inoltre stanziati 13 miliardi di euro per il Fondo europeo per la difesa per sostenere la competitività e la capacità di innovazione dell'industria della difesa in tutta l'Unione europea. A tal riguardo è intervenuto il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani: “È impensabile competere con giganti quali Usa, Cina, India o Russia andando in ordine sparso, solo uniti possiamo proteggere cittadini e imprese nel mondo globale, garantendo loro sicurezza, benessere, accordi commerciali favorevoli, tutela della proprietà intellettuale, dei diritti sociali, della salute o dell’ambiente”. Opinione condivisa da Lucio Miranda, Presidente di ExportUSA: “Gli Stati Uniti rimangono il mercato più grande al mondo. Ecco perché le aziende europee devono imparare ad entrare con successo in America”. “Sarà un’occasione unica non solo per confrontarsi in merito ai progetti già avviati - afferma il Presidente della Camera di Commercio Belgo-Italiana Fabio Morvilli - ma anche per avanzare nuove proposte per guidare le PMI italiane al corretto utilizzo dei nuovi fondi europei messi a disposizione delle Regioni”. (rita pia prota\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi