INAUGURATA A PECHINO LA NUOVA SEDE DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA IN CINA

INAUGURATA A PECHINO LA NUOVA SEDE DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA IN CINA

PECHINO\ aise\ - L’ambasciatore d’Italia in Cina, Ettore Sequi, e il presidente della Camera di Commercio Italiana in Cina, Davide Cucino, hanno inaugurato oggi a Pechino la nuova sede dell’organizzazione.
"Sono particolarmente lieto di poter partecipare all’inaugurazione della nuova sede della Camera di Commercio, evento che rappresenta un segnale della vitalità della nostra presenza imprenditoriale in Cina", ha esordito l’ambasciare Sequi. "Con la Camera lavoriamo quotidianamente fianco a fianco per realizzare iniziative congiunte e perché ritengo di fondamentale importanza conoscere e approfondire le esigenze delle imprese per poterle assistere e sostenere in maniera efficace".
La Camera di Commercio Italiana in Cina, articolata in diverse strutture nelle principali città cinesi, è un interlocutore fondamentale dell’Ambasciata e dei Consolati Generali per le numerose iniziative economiche e commerciali realizzate in tutto il Paese, quali ad esempio le missioni di sistema, la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo e il raduno informale della comunità d’affari italiana di Yanqi Lake.
"La nuova sede della Camera, con più ampi ed usufruibili spazi di lavoro, intende offrire una migliore piattaforma di incontro e opportunità per i soci e i loro partner cinesi", ha spiegato il presidente Cucino. "Inoltre la vicinanza con i principali attori di sistema, Ambasciata e Agenzia ICE assicurerà un maggiore raccordo per la realizzazione di iniziative di promozione strategiche".
L’inaugurazione della nuova sede si è svolta con un’ampia partecipazione di rappresentanti della comunità imprenditoriale italiana e cinese, a testimonianza del fondamentale ruolo di collegamento tra diverse realtà aziendali, portato avanti dalla Camera.
La Camera di Commercio italiana in Cina (CCIC) è l’associazione di imprenditori e professionisti italiani ufficialmente riconosciuta dallo Stato italiano (Ministero dello Sviluppo Economico, MiSE) e dalla Repubblica Popolare Cinese (Ministero degli Affari Civili, MoCA), che opera per favorire l’internazionalizzazione delle imprese italiane e promuovere il Made in Italy nella R.P.C.
Costituita nel 1991 a Beijing, la Camera è oggi radicata nel territorio con propri uffici a Beijing, Chongqing, Guangzhou, Shanghai e Suzhou. I Soci della CCIC (546 nel 2018) comprendono le principali realtà imprenditoriali italiane (imprese a partecipazione statale e multinazionali italiane), PMI manifatturiere e commerciali, società di servizi etc.
Per le aziende localizzate sul territorio cinese e gli operatori economici con attività commerciali già attivate, la CCIC offre opportunità di informazione, formazione, condivisione contatti d’affari ed una autorevole piattaforma di rappresentatività riguardo tematiche di interesse comune. Per gli imprenditori e professionisti interessati ad ampliare il proprio business in Cina, la CICC offre servizi di assistenza, consulenza, promozione.
Nei settori riconosciuti come significativi e strategici per le opportunità delle imprese italiane in Cina la CCIC ha attivato, sinergicamente con i propri Soci, 12 Gruppi di Lavoro. I Gruppi di Lavoro riuniscono rappresentanti di aziende attive nello stesso settore economico o localizzate nella medesima area geografica con l’obiettivo di: condividere idee, informazioni e risorse; realizzare attività di interesse generale per le imprese del settore; sedimentare expertise settoriale all'interno della CCIC, per azioni di sensibilizzazione nei confronti delle istituzioni locali ed italiane; di informazione e promozione a beneficio di aziende non ancora insediate in Cina.
La CCIC è inoltre "implementing partner" dell’EU SME Centre, Centro per le PMI europee, progetto finanziato dalla Commissione Europea per fornire assistenza e consulenza alle PMI interessate al mercato cinese. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi