Le nuove frontiere dell’agroalimentare italiano: il webinar della CCI di Nizza

NIZZA\ aise\ - “Les produits FREE FROM: la nouvelle frontière du 100% Made en Italie” è il tema del webinar organizzato dalla Camera di Commercio Italiana a Nizza lunedì prossimo 10 maggio. L’evento si svolgerà nell’ambito del progetto True Italian Taste, promosso e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e organizzato dalla Camera di Commercio Italiana di Nizza insieme ad Assocamerestero, per valorizzare i prodotti autenticamente italiani all’estero e per accrescerne la conoscenza presso il pubblico straniero.
“L’iniziativa si inserisce sullo sfondo della situazione contingente, radicalmente cambiata dall’anno appena trascorso”, spiegano da Nizza. “Infatti, alla luce di un contesto internazionale profondamente modificato, la necessità di rilanciare il consumo di prodotti agroalimentari italiani e autentici è certamente tornata in auge. La crisi sanitaria evidenzia ancora una volta come una produzione più solidale, responsabile e in stretto rapporto con gli effettivi bisogni alimentari del pianeta, in termini di nutrimenti e di salute, debba prendere le redini del marcato”.
In questo contesto, continua la Camera di Commercio, il webinar “mira ad analizzare un aspetto attuale e già caro al pubblico francese, quello degli alimenti FREE FROM e, in senso lato, dei prodotti BIO, intesi come “liberi” da additivi, pesticidi, conservanti e coloranti”.
Grazie all’intervento dell’esperta Geraldine Guillemot, dietista-nutrizionista e preparatrice farmaceutica, ed Elisa Vicino, farmacista, l’incontro si aprirà con un momento di formazione e scambio per accrescere la consapevolezza dei partecipanti in relazione al consumo di alimenti sani, liberi da zuccheri aggiunti e altri generi di sostanze dannose.
In seconda battuta, interverranno due aziende produttrici italiane di eccellenza del settore degli alimenti senza glutine.
Secondo l’analisi dell’Osservatorio Immagino di GS1 Italy, realizzato in collaborazione con Nielsen, emerge che nei dodici mesi terminanti a giugno 2020 il mondo glen free ha sviluppato un giro d’affari pari a 6,9 miliardi di euro, in crescita di +2,2% rispetto all’anno precedente. Inoltre, secondo studi più recenti, in Francia il mercato dei prodotti senza glutine ha rappresentato un valore di 140,7 milioni di euro nel 2019 (fonte Euromonitor), registrando una crescita media annua del 21,5% e che potrebbe raggiungere 243,1 milioni di euro nel 2024.
Chiuderà il seminario il sindaco di Urbino, Maurizio Gambini, presidente e fondatore del Consorzio Agricoltori Biologici TerraBio Società Cooperativa.
Infatti, il Distretto Biologico Terre Marchigiane (che abbraccia il Montefeltro e la provincia di Pesaro Urbino) rappresenta uno tra i bacini più importanti per la produzione BIO italiana. Un settore, quello del biologico, che costituisce uno dei comparti gioiello dell’economia italiana e che conta 80mila operatori della filiera nazionale e due milioni di ettari coltivati a biologico, pari al 15% della superficie agricola italiana, per un valore al consumo stimato in oltre 3,3 miliardi euro.
Per partecipare al webinar occorre registrarsi qui. (aise)