Buenos Aires: il Comites ricorda Karin Orlandi

BUENOS AIRES\ aise\ - Il Comites di Buenos Aires ha voluto ricordare ieri, 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle Donne, la grande dirigente della comunità italiana in Argentina, Karin Orlandi, collocando una targa in suo onore presso il Consolato Italiano della capitale argentina.
Karin Orlandi, italo-argentina di origine vicentina, è deceduta poco più che cinquantenne dopo una vita spesa tra volontariato, famiglia e lavoro. Ricordata dalla comunità italo-argentina grazie al suo impegno nell’associazionismo iniziato da giovanissima, dove ha ricoperto quasi tutti i posti importanti della struttura della collettività. È stata presidente della Federazione veneta CAVA, poi consigliere e presidente del Circolo Vicentini nel Mondo di Buenos Aires, in seguito anche segretaria della FEDITALIA, della FEDIBA e del COMITES di Buenos Aires, e presidente del CRENAI, le associazioni italiane della zona nord del Gran Buenos Aires.
Particolarmente rilevante il suo impegno nel Circolo Vicentini nel Mondo di Buenos Aires, sua seconda casa, del quale ha ricoperto il ruolo di presidente ereditato dalla vecchia generazione dei fondatori.
E anche l’attuale vice-presidente del Circolo Vicentini di Buenos Aires, Luca De Biasio, ha partecipato all’evento di ieri (la cui trasmissione in diretta su Facebook è stata anche registrata ed è disponibile sulla loro pagina). De Biasio ha dunque letto il messaggio che il presidente Ferruccio Zecchin ha inviato per ricordare la figura di Karin Orlandi. (aise)