DISARMIAMO LE MAFIE CON LA CULTURA DELLA LEGALITÀ: FEDERICO CAFIERO DE RAHO A BASILEA E ZURIGO - DI MARIANNA SICA

DISARMIAMO LE MAFIE CON LA CULTURA DELLA LEGALITÀ: FEDERICO CAFIERO DE RAHO A BASILEA E ZURIGO - di Marianna Sica

BASILEA\ aise\ - Il progetto Legalità, promosso dai Comites di Basilea e Zurigo, in collaborazione con il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Svizzera e il finanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è stato attivato nel Novembre del 2017 e ha proseguito per tutto il 2018 con un insieme di iniziative volte alla conoscenza e divulgazione tanto delle mafie quanto della lotta antimafia. Una cultura della legalità promossa nell’intenzione di prevenire ed educare alla salvaguardia e difesa dei valori e diritti democratici e civili dell’intera comunità italiana in Svizzera, con particolare riguardo alle giovani generazioni.
L’educazione alla legalità ha per oggetto la natura e la funzione delle regole della vita sociale, i valori civili e la democrazia, l’esercizio dei diritti di cittadinanza.
Nella constatazione di quanto sia vivo e presente nella quotidianità degli italiani l’orrore attraverso il quale la criminalità organizzata tende a e tenta di sostituirsi allo Stato, allora questa può essere debellata anche attraverso l’educazione e la perseveranza ad affermare sempre e ovunque la legalità, e con un’attenzione costante da parte della collettività, ma anche delle Istituzioni, che sempre dovrebbero prioritariamente farsi tutori e garanti della sicurezza.
La cronaca italiana di questi giorni ci rimanda un altro caso di efferata violenza perpetuata dalla criminalità organizzata che ha colpito ancora una volta un’innocente, la piccola Noemi raggiunta da un proiettile esploso durante un agguato, in pieno centro a Napoli. E mentre la piccola combatte ardentemente per riappropriarsi della sua libera e serena infanzia, la comunità napoletana scende in piazza al grido “DisarmiAmo Napoli!”.
La consapevolezza e la presa di posizione collettiva è confortante! Ed è confortante osservare come si sia stratificata la risposta popolare che, dalla sfida portata dalla criminalità all’ordine costituito, ha messo in moto un’onda umana composta in particolare dalle giovani generazioni spinte ad un impegno civile diretto e incondizionato per la tutela dei diritti civili.
Il progetto Legalità, che ha portato nelle città Svizzere diverse iniziative di sensibilizzazione e conoscenza delle mafie e che ha coinvolto soprattutto giovani studenti dei corsi di Cultura e Lingua Italiana di tutta la Svizzera, si inserisce in queste necessarie e confortanti risposte, prese di posizione decise e decisive per la legalità e la salvaguardia dei valori civili e dei diritti democratici.
L’evento conclusivo del progetto vedrà l’importante partecipazione di Federico Cafiero de Raho, Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, che sarà a Basilea Sabato 18 Maggio alle ore 13.30 presso i locali della Missione Cattolica Italiana per poi raggiungere anche Zurigo alle ore 19.
Sarà un momento di grande valore per la comunità di connazionali che oltre a godere della presenza del Procuratore de Raho, eroicamente impegnato nella salvaguardia della sicurezza e per il controllo democratico del territorio, potranno assistere alla presentazione del libro “Costruire la Legalità”, compendio delle attività promosse, delle impressioni degli studenti e dei risultati raggiunti nelle Scuole coinvolte nel Progetto.
Per l’occasione sarà possibile anche visitare una mostra fotografica ideata e allestita dai promotori del Progetto e che ritrae i principali protagonisti italiani impegnati nella lotta contro le mafie e che hanno pagato con la vita il loro impegno nella salvaguardia dei diritti e della legalità. (marianna sica*\aise)
* storica e appartenente alla Rete dei Giovani Italiani a Basilea 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi