Famiglie multilingui: il progetto del Comites di Londra

LONDRA\ aise\ - Il multilinguismo è parte integrante della vita dei genitori italiani all’estero. Alle prese con l’educazione dei propri figli, sorgono spesso domande quali: è normale che i miei figli mischino le due lingue? Mio figlio non rischia di confondersi se esposto a più lingue? Non si rischia un ritardo nell’apprendimento? Da quando ha iniziato la scuola parla sempre più in inglese e sempre meno in italiano: ci sono corsi per supportare il mantenimento della lingua italiana?
Il Comites di Londra ha lanciato il progetto “Bilingual”, dedicato alle famiglie bilingui, e sta organizzando una serie di appuntamenti dedicati al bilinguismo con esperti del settore che aiuteranno a rispondere alle domande più frequenti. Si tratta di interviste virtuali con illustri esperti come: Antonella Sorace, professoressa di Linguistica dello Sviluppo alla University of Edinburgh e fondatrice di Bilingualism Matters; Jacopo Torregrossa, professore di Multilinguismo alla Ghoete-Universitat Frankfurt am Main; Giulia Pepe, ricercatrice in Sociolinguistica alla University of Westminster e docente di lingua italiana; con la collaborazione di Carmen Silvestri, dottoranda in Linguistica Applicata alla University of Essex e fondatrice di Ambarabà Community Language School. E, sebbene l’iniziativa si organizzata dal Comites di Londra e sia rivolta in particolare alle famiglie italiane in Gran Bretagna, “tratterà di argomenti comuni alle famiglie italiane nel mondo”, come ha sottolineato la vice presidente del comitato Francesca Doria.
Il Comites ha lanciato anche un appello alle famiglie per ricevere domande o spunti di riflessione che possono essere indirizzati, anche in formato video, all’email press@comiteslondra.info entro il 30 settembre prossimo. (aise)