Prima riunione pubblica per il Comites Olanda

L'AJA\ aise\ - Lo scorso sabato, 15 gennaio, si è svolta, in modalità telematica, la prima riunione pubblica del Comites Olanda.
Durante la prima riunione del neo eletto comitato degli italiani residenti nei Paesi Bassi, è stato eletto come tesoriere David Checchi.
Si è dibattuto poi sul trasferimento della sede. L’idea della presidenza è infatti quella di rendere le riunioni - e dunque il Comites stesso - itineranti, in modo da interfacciarsi meglio con le varie realtà nostrane nel Paese, sia istituzioni che comunità. A tal ragione, stanno intercorrendo accordi con l'Istituto Italiano di Cultura di Amsterdam, per la sede operativa, e, con l’Ambasciata d’Italia a l’Aja per la sola sede legale.
Si è poi cominciato a discutere riguardo i punti chiave dei nuovi strumenti di comunicazione, e inoltre è stato assegnato una divisione dei compiti per questi ultimi all'interno del consiglio, ribadendo la volontà di trasparenza verso l'esterno.
Sono stati poi attivati i primi gruppi di lavoro per i progetti e le interazioni con la comunità e le autorità consolari.
Altro tema toccato durante la riunione di sabato, la frequenza delle riunioni dell'assemblea, fissando le prossime scadenze che il Comites comunicherà per tempo insieme al calendario delle attività.
Presente e partecipe alla riunione anche il consigliere del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero - CGIE, Andrea Mantione. Con lui, e non solo, si è discusso dell'importanza sociale del Comites stesso, dell’emigrazione tra prima e seconda generazione, e di trasparenza, con riguardo a contributi speciali nel periodo del Covid. (aise)