PROFICUO INCONTRO TRA COMITES CILE E RETE CONSOLARE ONORARIA

PROFICUO INCONTRO TRA COMITES CILE E RETE CONSOLARE ONORARIA

SANTIAGO DEL CILE\ aise\ - Una iniziativa del Comites Cile e dell'Ambasciata d'Italia a Santiago ha riunito nei giorni scorsi i titolari della rete consolare onoraria italiana del Cile con i presidenti e i rappresentanti delle istituzioni italiane di Santiago e della zona centrale del Paese.
L’incontro è avvenuto mercoledì 15 gennaio in occasione della giornata di lavoro tecnico indetta dall'Ambasciata d'Italia con i Consoli e Vice Consoli Onorari italiani in Cile. Il Comites ha approfittato della presenza in città dei consoli onorari per proporre un incontro presso la propria sede e creare un momento di scambio tra i consoli onorari stessi e i rappresentanti delle diverse istituzioni di Santiago o della zona centrale del Cile.
L'incontro è stato presieduto dal primo segretario dell'Ambasciata e capo dell’Ufficio Consolare Edoardo Berionni e dal presidente del Comites del Cile Claudio Curelli. Presenti anche il consigliere del Cgie eletto in Cile Nello Gargiulo e il segretario generale della Camera Italiana di Commercio Olivier Lunghini, che ha aggiornato ai presenti riguardo le ultime attività camerali.
Durante l’iniziativa è stata condivisa l'importanza di fare sistema, approfittando delle sinergie che si generano in queste occasioni.
Il presidente Curelli ha offerto la parola ai protagonisti dell'incontro: Antonio Martino, vice console onorario di Arica; Paolo Albasini, vice console onorario di Copiapò; Héctor Stefani, vice console onorario di Punta Arenas; ed il recentemente assunto vice console onorario di Temuco Marco Antonio Zirotti. Tutti hanno avuto opportunità di scambiare idee ed esperienze con i presenti.
Sul finire dell'incontro il presidente Comites Curelli ha sottolineato come con questa semplice iniziativa il Comites abbia reso possibile l'incontro tra i connazionali di Santiago e i consoli rappresentanti di zone estreme del Paese distanti fra loro talvolta sino a 4.000 km, come nel caso di Arica e Punta Arenas. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi