Si chiude con un gran concerto la prima edizione dell’Italian&Swiss Jazz Festival a Basilea

BASILEA\ aise\ - Nato dalla collaborazione del Consolato d’Italia in Basilea e del Comites di Basilea, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Svizzera e il finanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale della Repubblica italiana, si chiuderà domenica, 16 maggio, la prima edizione dell’Italian&Swiss Jazz Festival.
L’ensemble di giovani musicisti italiani protagonisti della prima edizione della rassegna, a conclusione di una intensa settimana di studio musicale, workshop e masterclass con professionisti della scena jazzistica nostrana e internazionale, si esibirà in un gran concerto finale alle ore 16 di domenica. In diretta streaming dal Jazz Campus di Basilea, i sei giovani musicisti, sotto la direzione artistica di Ugo Viola, interpreteranno “Nove giorni”, brani inediti composti dal Maestro Andrea Ravizza.
Ad accompagnare la voce di Carmen Lina Ferrante ci saranno Vittorio Vicari alla tromba, Gianni Gagliardi al sax tenore/flauto/clarinetto, Fabio Giachino al piano, Lucio Marelli alla batteria e Francesco Losavio al contrabbasso. Insieme a loro come special guest: Claudio Chiara al sax contralto, Fulvio Chiara alla tromba e Attilio Berni al conn-o sax.
Durante il gran concerto finale la grafica ufficiale del Festival, Giorgia Molinari, si esibirà in una performance di live drawing che accompagnerà con il disegno la musica dei nostri giovani musicisti. Il festival avrà anche il piacere e l’onore di ospitare una mostra virtuale del musicista e pittore Andrea Laviano, che proporrà delle opere pittoriche interamente dedicate al jazz.
Il festival si può seguire su Facebook dalla pagina ufficiale dell’evento, dalla pagina di Radio One five e dal canale YouTube della stessa radio.
Promotori dell’Italian&Swiss Jazz Festival sono, insieme al Consolato d’Italia in Basilea e al Comites, anche Società Danti Alighieri di Ginevra GIR, Giovani In Rete, Associazione C.D.M.I., Moncalieri Jazz Festival e Museo del Sassofono. La rassegna gode inoltre el patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Svizzera e del sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. (aise)