Auto, rinnovabili e telecomunicazioni: le opportunità per le imprese italiane in Brasile

SAN PAOLO\ aise\ - Guarnera Advogados, studio legale internazionale italo-brasiliano, è stato protagonista del webinar “Brasile, le nuove frontiere dell’internazionalizzazione - Quali opportunità per gli investitori italiani all’indomani della pandemia?”, svolto online il 2 febbraio scorso, all’interno della rassegna dei talk resilienti promossi dalla Vento&Associati.
L’incontro – cui ha partecipato anche l’Ambasciatore italiano in Brasile, Francesco Azzarello – è stato anche l’occasione per approfondire alcuni case studies relativi agli oltre 700 operatori italiani assistiti da Guarnera Advogados nel corso di 30 anni di attività in Brasile, in numerosi settori fra i quali cui quello energetico e il segmento dell’automotive.
“Nonostante la crisi economica e il rallentamento della crescita causati dalla pandemia, in Brasile alcuni settori mostrano potenzialità di crescita e dinamismo importanti, come l'industria automobilistica, le energie rinnovabili, l'intera filiera delle telecomunicazioni e soprattutto l'agro-business”, ha sostenuto Giacomo Guarnera, Avvocato e Socio Fondatore di Guarnera Advogados. “Inoltre, - ha aggiunto – sono previsti fino al 2023 investimenti minimi all’anno da € 70 mld per dotare il Paese di infrastrutture. Investire e fare impresa in Brasile non è semplice, è quindi fondamentale stabilirsi sul posto, come hanno già fatto molte società italiane, in particolare piccole e medie aziende in grado di trasferire le proprie conoscenze e tecnologie, spesso associandosi a società locali che sanno bene come affrontare le difficoltà burocratiche brasiliane".
SCENARIO ECONOMICO IN BRASILE E PROSPETTIVE DI CRESCITA
Nonostante la pandemia e un contesto di polemiche internazionali, il Brasile ha lanciato proiezioni di crescita a livelli incoraggianti. In particolare, il tasso di inflazione si è ridotto di quasi 3 punti nell’anno 2019/2020 e il PIL è stimato in crescita, con risultati già positivi in tutto il territorio, migliori nei servizi e nel commercio al Nord del Paese e con ottime prestazioni nell’industria al Sud.
Sul piano politico, il governo brasiliano sta lavorando intanto a un piano strutturale di attrazione degli investimenti esteri formulato su tre riforme principali: diminuzione della spesa pubblica, semplificazione della tassazione per le imprese e maggiori risorse per i governi locali.
"In periodi di crisi come quello attuale ci sono più possibilità da cogliere: questo è il momento di scegliere e agire per le imprese italiane in Brasile”, ha detto ancora Guarnera. “Sicuramente chi vuole approdare nel Paese brasiliano deve farlo in maniera strategica e in un’ottica di lungo periodo. Si tratta di un grande mercato che, grazie al Mercosul e altri accordi regionali, garantisce l’accesso a molti altri Paesi della regione".
Oltre all’Avvocato Guarnera, hanno partecipato al talk ulteriori ospiti illustri: oltre all’ambasciatore Azzarello, che ha parlato dei rapporti bilaterali Italia-Brasile e del quadro di crisi economica della regione, sono intervenuti Maurizio Bezzeccheri, CEO Enel Americas e Head of Enel LATAM Region, che ha trattato di come Enel si colloca nel paesaggio latino americano e del tipo contesto economico e regolatorio in Brasile; Anna Illy, Presidente Fondazione Ernesto Illy, che ha illustrato la sostenibilità dell’industria caffettiera; Valentino Rizzioli, Presidente GEI Brasile, che ha posto il focus sul settore automotive nel Paese brasiliano. (aise)