Di Maio: dall’Ue sostegno al settore fieristico

ROMA\ aise\ - "Accogliamo con grande soddisfazione la decisione della Commissione Europea di autorizzare 63 milioni di euro di aiuti già stanziati dal Governo italiano a favore delle aziende attive nel settore fieristico colpite dall'epidemia di coronavirus”. Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio sulla decisione resa nota ieri dalla Commissione Europea, che ha approvato il piano di aiuti predisposto dall’Italia in favore delle società che gestiscono aree fieristiche e degli organizzatori di eventi fieristici la cui attività è stata duramente colpita dalla pandemia.
“Le fiere – sottolinea il Ministro – svolgono un ruolo decisivo sia nell’internazionalizzazione del sistema Paese, sia nella creazione di indotto per i territori in cui si svolgono. Sostenere le fiere significa quindi per me sostenere un settore determinante per la nostra economia, che è stato colpito in maniera particolarmente dura dalla pandemia e necessita pertanto di misure speciali. Quanto approvato a Bruxelles – spiega Di Maio – ci consente di rifondere fino a 10 milioni di costi fissi, sostenuti da enti e organizzatori fieristici, che non sono stati coperti da utili, assicurazioni o altre tipologie d’aiuto nell’ultimo anno”.
“Ricordo inoltre che questi 63 milioni di aiuti stanziati dal governo italiano e autorizzati dalla Commissione si aggiungono ai quasi 100 milioni già destinati, tramite il fondo 394 gestito da Simest, alla patrimonializzazione di 43 enti fieristici e organizzatori di fiere. Mi impegnerò personalmente – conclude – affinché questo settore continui a ricevere le risorse necessarie per superare questa fase ancora difficile”. (aise)