Istituto Italiano Obor: al via la selezione aziende partecipanti al CIIE

ROMA\ aise\ - Un’importante occasione per presentare il proprio business nella più grande vetrina internazionale presente in Cina. L’Istituto Italiano OBOR, insieme al Donghao Lansheng Group, ha avviato il processo di selezione per un ristretto numero di aziende intenzionate a partecipare gratuitamente al China International Import Expo di Shanghai, in programma da venerdì 5 a mercoledì 10 novembre 2021.
Il China International Import Expo di Shanghai è la prima fiera in Cina dedicata esclusivamente all’importazione di prodotti e servizi che incentiva la presenza di espositori stranieri.
Nel 2019 vi hanno partecipato circa 181 Paesi e oltre 380 mila espositori, oltre 500 mila buyer su un’area espositiva di 360 mila metri quadrati.
Obiettivo dell’iniziativa, spiega l’Istituto, “è quello di fornire nuove occasioni di business a Paesi e regioni di tutto il mondo, rafforzare la cooperazione e promuovere lo sviluppo dell’economia globale. Tra le aree d’interesse per gli espositori, ci sono: prodotti agricoli e alimenti, automotive, intelligenza artificiale e tecnologie, beni di consumo, prodotti medici e sanitari”.
Il CIIE, evidenzia Michele De Gasperis, Presidente dell’Istituto Italiano Obor, “è il principale evento dedicato al trading b2b a livello mondiale, per questo rappresenta il più grande appuntamento per l’export Made in Italy. Per questo, abbiamo concepito una nuova modalità di partecipazione a sostegno delle imprese italiane, specialmente in questo nuovo periodo di rilancio post Covid 19”.
Le aziende selezionate avranno accesso a stand di espositori e distributori cinesi, che saranno interessati in particolare alla vendita di prodotti già famosi all'estero, ma non ufficialmente entrati nel mercato cinese, oppure unici e esclusivi.
“Se l’approdo sul mercato estero avrà risultati soddisfacenti, potrà essere siglato un accordo tra espositore e produttore, per continuare la distribuzione del prodotto in Cina”, spiega l’Istituto Obor che conclude: “l’occasione di esporre fisicamente i propri prodotti in uno degli showroom più grandi e frequentati a livello internazionale rappresenta una grande opportunità per le aziende del Made in Italy, che non solo possono essere assistite dal giusto partner, ma beneficiare di rapporti consolidati con un distributore già presente sul territorio”. (aise)