MOSCA: LE CALZATURE ITALIANE CON L’ICE ALLA FIERA OBUV.MIR KOZHI

MOSCA: LE CALZATURE ITALIANE CON L’ICE ALLA FIERA OBUV.MIR KOZHI

MOSCA\ aise\ - Si è tenuta dal 19 al 22 marzo scorsi a Mosca la 51ma edizione della fiera “Obuv.Mir Kozhi”, importante appuntamento dedicato alle calzature, cui l’Italia ha partecipato con 106 aziende, raggruppate nel più grande padiglione presente alla rassegna fieristica internazionale, poco meno di tremila metri quadrati, sotto la guida e il supporto dell’Ice-Agenzia di Mosca.
La fiera rappresenta la più importante esposizione dei due settori nella Federazione con una presenza importante dei “buyers” russi provenienti da 21 diverse città.
“Puntando sulla qualità e lo stile i produttori italiani di calzature e pelletteria possono conservare la propria importante fetta di mercato, contro la concorrenza di fornitori di prodotti più economici” ha commentato l'Ambasciatore italiano a Mosca, Pasquale Terracciano, dopo aver visitato il padiglione italiano.
L’anno passato la Federazione Russa ha acquistato 15 mila paia di scarpe con un introito totale per l’Italia di circa 315 milioni di euro (fonte Dogane russe). Il settore colloca il nostro Paese al secondo posto in termini assoluti preceduto dalla sola Cina e con una quota delle calzature pari all’11,3 per cento. Il settore pelletteria (nel 2018 le nostre esportazioni sono ammontate a 134 milioni di euro) ha fatto segnare un consistente aumento (+15,1 per cento) con una quota di mercato del 17,2 per cento. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi