A Goffredo Palmerini il Premio Internazionale Città di Firenze 2021

L’AQUILA\ aise\ - Conferito al giornalista e scrittore aquilano Goffredo Palmerini il Riconoscimento speciale per l’impegno culturale. Così ha deliberato il Comitato scientifico del Premio letterario internazionale Città di Firenze 2021, presieduto dal professor Massimo Pasqualone e composto da Maria Basile, Alice Di Francescantonio, Simona Veresani, Teresa Pezzi, Maria Teresa Antonarelli, Daniela D’Alessandro, Monica Ferri, Mariagrazia Genova, Sara Caramanico.
La cerimonia di premiazione dei vincitori e degli insigniti speciali della V Edizione del prestigioso Premio internazionale si terrà a Firenze il 20 giugno prossimo, alle ore 16, nel suggestivo contesto di San Jacopo a Ripoli.
Saranno inoltre insigniti del medesimo riconoscimento Giuseppe Filareto (biologo, presidente Associazione Biologi Abruzzesi), Mario Lizza (ematologo, presidente Società italiana di Sanità pubblica e digitale – sezione Abruzzo), Andrea Cirulli (promotore di solidarietà), Italo Radoccia (magistrato, docente e poeta), Giovanni Beato (scultore), Susanna Giannoni (pittrice), Sergio Savi (fotografo d’arte), Mimmo Minuto (libraio, operatore culturale), Michele Samuele Borgia (economista, docente Università di Chieti), Antonello Di Carlo (poeta e scrittore).
Goffredo Palmerini è nato a L’Aquila nel 1948. Scrive su giornali e riviste in Italia e sulla stampa italiana all’estero. È infatti in redazione presso numerose testate giornalistiche italiane ed estere e su alcune agenzie internazionali. Suoi articoli sono ospitati su diverse testate in Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Lussemburgo, Messico, Perù, Repubblica Dominicana, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Sud Africa, Uruguay e Venezuela.
Ha pubblicato i volumi “Oltre confine” (2007), “Abruzzo Gran Riserva” (2008), “L’Aquila nel Mondo” (2010), “L’Altra Italia” (2012), “L’Italia dei sogni” (2014), “Le radici e le ali” (2016), “L’Italia nel cuore” (2017), “Grand Tour a volo d’Aquila” (2018), “Italia ante Covid” (2020), “Mario Daniele, il sogno americano” (2021). Nel 2008 gli è stato tributato il Premio Internazionale “Guerriero di Capestrano” per il contributo reso alla diffusione della cultura abruzzese nel mondo. Conferiti nel 2014 il Premio Roccamorice e a Lecce il Premio Speciale “Nelson Mandela” per i Diritti umani. Gli sono inoltre stati conferiti Premi alla Cultura a Galatone, Spoleto e Montefiore Conca e nel 2020 il Premio Nazionale Pratola per la Letteratura.
Vincitore nel 2007 del XXXI Premio Internazionale Emigrazione per la sezione Giornalismo, gli sono poi stati tributati, sempre per l’attività pubblicistica: nel 2008 lo Zirè d’Oro, nel 2017 il Premio internazionale di Giornalismo “Gaetano Scardocchia” con Medaglia del Presidente della Repubblica, il Premio Giornalistico Nazionale “Maria Grazia Cutuli”, il Premio Giornalistico dell’Anno dall’Associazione Stampa italiana in Brasile, e nel 2018 il Premio internazionale “Fontane di Roma” e il Premio internazionale a Letino. Da molti anni Palmerini svolge un’intensa attività con le comunità italiane nel mondo. Studioso di emigrazione, è membro di prestigiose istituzioni culturali italiane e internazionali e componente del Comitato scientifico del “Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo” (SER - Fondazione Migrantes, 2014), per la quale opera è anche uno degli Autori. Per quasi trent’anni è stato amministratore civico a L’Aquila, consigliere, assessore e Vice Sindaco della città capoluogo d’Abruzzo. (aise)