ASSISTENTI DI ITALIANO ALL’ESTERO: IL BANDO DEL MIUR

ASSISTENTI DI ITALIANO ALL’ESTERO: IL BANDO DEL MIUR

ROMA\ aise\ - È aperto il bando 2019/2020  del Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca per l’assunzione di assistenti di lingua italiana all’estero.
Ogni anno il Miur gestisce lo scambio di assistenti di lingue tra il nostro paese e alcuni paesi europei con lo scopo di promuovere e favorire la diffusione delle rispettive lingue e culture. Per un anno scolastico i candidati selezionati affiancano i docenti di lingua italiana presso istituti scolastici stranieri, per un numero di ore settimanali che varia a seconda del paese ospitante (circa 8 mesi).
Paesi di destinazione sono Austria, Belgio, Francia, Irlanda, Regno Unito, Germania e Spagna. Il numero dei posti sarà comunicato nel corso del 2019; lo scorso anno sono stati reclutati 258 giovani.
Le candidature sono riservate a neolaureati di nazionalità italiana.
Tra i requisiti fondamentali per partecipare occorre avere la cittadinanza italiana; non aver compiuto il 30° anno di età; non essere già stato assistente di lingua italiana all'estero su incarico del Miur; essere libero da impegni relativi agli obblighi militari e da rapporti di impiego o di lavoro con amministrazioni pubbliche nel periodo dell'incarico indicato nel bando; non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti; essere in possesso dell'idoneità fisica all'impiego; aver conseguito un diploma di laurea specialistica/magistrale tra quelli indicati nel bando e nell'arco di tempo indicato nel bando; aver sostenuto nel corso di laurea almeno due esami relativi alla Lingua o Letteratura o Linguistica del paese per il quale si presenta la domanda nei settori tecnico-scientifici indicati nel bando; e, infine, aver sostenuto nel corso di laurea almeno due esami relativi alla Lingua o Letteratura o Linguistica italiana nei settori tecnico-scientifici indicati nel bando.
Agli assistenti di lingua italiana è riconosciuta una borsa di studio (di importo variabile) da parte del paese ospitante.
La domanda di partecipazione deve essere compilata esclusivamente online, fino al 18 febbraio, collegandosi a questo indirizzo. Il Bando e i suoi allegati sono disponibili qui. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi