Bergamaschi di Bruxelles-Neuchâtel-Bergamo per la Festa dell'Europa 2021 - di Mauro Rota

BRUXELLES\ aise\ - Domani, sabato 8 maggio, nel capoluogo del Cantone di Neuchâtel nella Svizzera romanda, la Lombardia ed in particolare Bergamo saranno all'"Honneur". Domenica 9 maggio a Bruxelles le Istituzioni Europee apriranno le porte al grande pubblico organizzando visite ed attività virtuali per sensibilizzare una sempre più ampia coscienza europea.
Quest'edizione della Festa dell'Europa ha proclamato il 2021 come "Anno europeo delle ferrovie" sostenendo il treno come mezzo di comunicazione che favorisca connessioni e relazioni tra i cittadini europei. E così, simulando un “Voyage en Italie” seguendo un virtuale percorso ferroviario nella città neocastellana, restrizioni sanitarie permettendo, il pubblico potrà visitare le cinque postazioni a mo' di stazioni dove le Regioni italiane particolarmente rappresentate dalle comunità presenti nel Cantone avranno la possibilità di promuovere il proprio territorio.
Partendo dalla Lombardia, situata a nord della città nel Jardin Botanique, si potranno visitare Emila-Romagna, Toscana, Abruzzo e poi Puglia con uno stand allestito sul lungolago.
Effetto rilevante il rafforzamento di collaborazione e solidarietà tra le varie componenti regionali della comunità italiana all'estero.
Per la Lombardia l'attenzione sarà rivolta particolarmente a Bergamo proprio per incoraggiare quel territorio duramente colpito dalla pandemia e tristemente nota come “città martire” riconoscendo la dinamica attività del Circolo dei Bergamaschi di Neuchâtel presieduto da Valeria Generoso coadiuvata dal Vicepresidente Cristian Rotini e dal Direttivo.
Esposizioni fotografiche, proiezioni di video, distribuzione di dépliant e gadget promuoveranno le Regioni interessate puntando l'accento sulla valorizzazione dei borghi minori, dei cammini alternativi ed anche del turismo delle radici per incentivare flussi di turismo nel nostro Belpaese.
Il progetto promozionale si avvale del supporto dell’Assessorato Regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, guidato dalla bergamasca Lara Magoni e da “In Lombardia”, oltre che da “Visit Bergamo” e ovviamente dalla regia dell'Ente Bergamaschi nel Mondo.
La triangolazione tra Bruxelles, Neuchâtel e Bergamo ha infatti concretizzato l'organizzazione di un evento di promozione culturale in sinergia con il Com.It.Es. di Berna e Neuchâtel, presieduto da Mariachiara Vannetti, aderendo ad un invito della Ville de Neuchâtel.
Numerose le riunioni da remoto motivate dal legame che unisce i due Circoli dell'Ente Bergamaschi creatosi durante la precedente esperienza migratoria a Neuchâtel della Segretaria del Circolo di Bruxelles Silvana Scandella e del sottoscritto.
Un esempio di interazione “glocale” in una dimensione europea sociale: cittadini del Mondo, nati a Bergamo! (mauro rota*\aise)
* presidente del Circolo di Bruxelles dell'Ente Bergamaschi nel Mondo