Creatività italiana alla Climate Week New York

NEW YORK\ aise\ - All’interno del programma della Climate Week New York, la non profit italiana Yourban2030 ha presentato alla città due murales realizzati con vernice purifica aria made in Italy: i primi mai fatti con questa vernice in una scuola americana. Le due opere, realizzate sul marciapiede e sul terrazzo della storica High School of Art and Design di Manhattan che ha ospitato l’evento di presentazione, sono collettivamente in grado di dissolvere ogni giorno la quantità di inquinanti prodotti da 40 auto.
Co-organizzata dalla scuola e dalla non profit italiana in collaborazione con il New York City Department of Education, la realizzazione dei due murales è il risultato di un workshop di tre settimane in cui gli insegnanti hanno invitato gli studenti ad approfondire e interpretare in modo creativo i temi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Con l'aiuto degli artisti Gioromo e Poi Everywhere, la visione dei ragazzi si è tradotta in due murales realizzati con la speciale vernice.
Le opere sono state presentate alla comunità locale mercoledì scorso, 21 settembre, in occasione dello Zero Emissions Day e nell'ambito della Climate Week New York, durante un evento intitolato Art is in the Air - Creative Solutions for Air Quality. Studenti, docenti, rappresentanti delle istituzioni e della comunità locale si sono riuniti per una giornata di attività volte al miglioramento della qualità dell'aria e alla sensibilizzazione sui cambiamenti climatici.
“Questa vernice fa magie. Neutralizza l'inquinamento prodotto dal traffico automobilistico e, così facendo, contribuisce a rendere la città un posto migliore. New York è sempre stata un’ispirazione per me, qui l'arte è parte di ciò che rende migliori i quartieri e gli spazi pubblici. Ecco perché essere qui oggi e iniziare il nostro viaggio a New York da una prestigiosa scuola di arte e design, dove crescono le future generazioni di creativi, è particolarmente importante per me”, ha detto Veronica De Angelis, fondatrice di Yourban2030.
Yourban2030 utilizza l'arte per promuovere gli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile ed è l'unico promotore autorizzato per il Nord America di progetti artistici creati con la vernice Airlite®. Attivata dalla luce, questa vernice elimina gli inquinanti atmosferici come ossidi di azoto, benzene e formaldeide. La stessa tecnologia è stata scelta da Yourban2030 per creare il murale mangia-smog più grande d'Europa, realizzato su una facciata di duemila metri quadrati a Roma dallo street artist italiano residente a New York, Iena Cruz.
Le due opere realizzate alla High School of Art and Design inaugurano l'impegno di Yourban2030 a portare questa tecnologia nelle comunità e negli spazi pubblici delle città degli Stati Uniti. “Questa iniziativa è la continuazione di un percorso iniziato in Italia e attraverso il quale portiamo a New York una tecnologia e un know-how che possono aiutare gli studenti a immaginare e creare un mondo migliore”, ha detto Frank Ferrante, avvocato newyorchese, cofondatore di Yourban2030 USA.
Creatività e tecnologia italiane che rafforzano la volontà del Paese di giocare un ruolo da protagonista nella rivoluzione che sarà necessaria per trovare soluzioni per affrontare il cambiamento climatico.
Il Console Generale d’Italia a New York, Fabrizio Di Michele, intervenuto all’evento di presentazione ha commentato: “Questa iniziativa, fatta da una non profit italiana con un’innovazione italiana, mostra quanto la creatività sia importante nella lotta al cambiamento climatico. Attraverso la creatività, questi giovani potranno dare il loro contributo a questa lotta. E quando si parla di creatività, in tutte le sue diverse forme, l'Italia ha sempre qualcosa da dire. Siamo orgogliosi di far parte di questa conversazione”.
Uno dei murales è sul terrazzo, l'altro è sulla facciata della scuola, visibile dal marciapiede. Durante l’evento, gli studenti hanno utilizzato entrambi gli spazi per attività, in collaborazione con associazioni locali, volte al miglioramento della qualità dell’aria, dalla piantumazione di aiuole alla raccolta di pigmenti naturali. “Sono stato ad eventi per la Climate Week per tutta la settimana e non c'è niente che possa battere questo! – ha commentato il presidente del Distretto di Manhattan, Mark Levine -- Questa è la cosa più bella e stimolante che abbia visto. Voi ragazzi avete il potere di creare cose che possono cambiare il mondo. Sarete la generazione che salverà il mondo attraverso il potere della creatività”.
Per creare un ponte ideale con l’Italia e celebrare Zero Emissions Day, in contemporanea all’evento a New York, Yourban2030 ha svelato, nella stessa giornata, un altro murale realizzato con vernice purifica aria in Abruzzo, nel museo a cielo aperto di Borgo Universo, Aielli (AQ). L’artista francese Zoer, noto per aver trasformato 144 auto abbandonate nella più antica discarica della Francia in una monumentale palette di colori, e lo street artist napoletano Giovanni Anastasia hanno firmato il primo eco-murale di Borgo Universo, nato dalle parole chiave proposte da oltre 600 ragazzi e ragazze che hanno risposto alla call to action lanciata online nel corso dell’estate. (aise)