DISSERVIZI AL CONSOLATO ONORARIO DI TENERIFE: LA DENUNCIA DI BUCCERI (APICE)

DISSERVIZI AL CONSOLATO ONORARIO DI TENERIFE: LA DENUNCIA DI BUCCERI (APICE)

TENERIFE\ aise\ - “Nella veste di Presidente di Apice devo manifestare un forte senso di censura verso comportamenti che non sono degni di chi riveste un incarico, seppur onorario, come quello del rappresentante dell'ufficio Consolare di Tenerife”. A scrivere è Giuseppe Bucceri, presidente dell’Asociaciòn de Pensionistas Italianos y Compatriotas en el Extranjero (Apice).
Riferendosi ad alcune foto di persone in attesa al Consolato onorario a Tenerife, tra cui una neomamma con il suo bambino, Bucceri accusa il console onorario, reo di “non aver risparmiato risparmiando nemmeno i neonati, costretti ad attendere sulle braccia della propria madre sui gradini di una scala, esposti allepolveri, ai fumi e ai colpi d'aria. Tali comportamenti non possono e non devono essere mai tollerati o banalizzati! Avendo da tempo segnalato, a vari livelli, senza che nulla sia mai avvenuto, rimango sconcertato dal fatto che, presumendo la gratuità del servizio prestato dal suddetto Console, a fronte di ripetute critiche e lamentele, quest'ultimo si rifiuti di gettare la spugna a favore di chi sia compatibile alla carica”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi