Dusseldorf: Italia Altrove presenta l'evento dibattito su “Mafia e criminalità organizzata: solo cose del meridione? Italia e Germania a confronto”

DUSSELDORF\ aise\ - Sono passati 29 anni da quel 23 maggio 1992, quando, in un attentato di stampo mafioso, persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie e tre agenti della scorta. A ridosso dell'anniversario della strage di Capaci, l’associazione di DusseldorfItalia Altrove” ha organizzato l’evento-dibattito “Mafia e criminalità organizzata: solo cose del meridione? Italia e Germania a confronto”, che si terrà venerdì 14 maggio, dalle 19.00, in diretta streaming sulla proprio pagina Facebook.
“Vogliamo non dimenticare e farci portavoce di una cultura della legalità”, affermano gli organizzatori. “La mafia è una vera e propria “piaga sociale“ che, distorcendo le logiche sociali, politiche ed economiche di interi territori, si è radicata da sud a nord della nostra bella Italia, oltrepassandone i confini e giungendo anche in Germania”.
L’evento organizzato da Italia Altrove sarà moderato da Elena Bosani, avvocato del Foro di Milano, e vedrà la partecipazione di: Maurizio Ascione, pubblico ministero presso il Tribunale di Milano ed esperto di reati finanziari e di riciclaggio, traffico internazionale di sostanze stupefacenti, diritto penale del lavoro, nonché di reati di frode a danno del bilancio dello Stato e della Unione Europea; Alessandro Bellardita, giudice per le indagini preliminari a Karlsruhe e docente alla Hochschule für Rechtspflege e diritto penale a Schwetzingen; Elia Minari giurista, esperto di mafie, responsabile di corsi e autore del libro “Guardare la mafia negli occhi” (Rizzoli 2017). (aise)