“I GIOVANI E LE SCIENZE”: APERTE LE CANDIDATURE DEL CONCORSO DI FAST E COMMISSIONE UE

“I GIOVANI E LE SCIENZE”: APERTE LE CANDIDATURE DEL CONCORSO DI FAST E COMMISSIONE UE

BRUXELLES\ aise\ - La finale della 33a selezione italiana del concorso europeo I giovani e le scienze, organizzata dalla Fast d’intesa con la Commissione europea, si svolgerà il 6-8 marzo 2021 a Milano. Gli interessati, studenti di età compresa tra i 14 e i 20 anni, singolarmente o in gruppi sino a tre, per partecipare al bando devono presentare candidature e progetti entro il 22 gennaio 2021. Dopo la valutazione della Giuria di esperti internazionali verranno comunicati quali sono i 30 migliori lavori/studi/prototipi scelti per l’Italia e che saranno presentati al pubblico durante l’esposizione e premiazione di marzo 2021.
Si tratta della selezione italiana del concorso EUCYS-European Union Contest for Young Scientists, il più importante evento europeo per gli studenti meritevoli, voluto dalle istituzioni di Bruxelles e dai Governi degli Stati membri dell’Unione. Il concorso è anche inserito nel programma per la valorizzazione delle eccellenze “Io merito” del Ministero dell’istruzione; i finalisti italiani migliori entrano a fare parte di un apposito albo e ricevono pure un piccolo finanziamento del MIUR in aggiunta ai riconoscimenti conferiti dalla Fast-Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche.
“Fa piacere sottolineare - commenta Alberto Pieri, segretario generale della Fast e coordinatore della selezione italiana EUCYS - come il concorso sia un valido contributo allo spirito del Programma New Generation EU, senza chiedere fondi. Infatti è finalizzato a preparare i giovani per offrire loro un avvenire migliore, utile per tutti e in linea con l’evoluzione del mondo del lavoro”.
I futuri neo Leonardo si sfidano all’ultima innovazione e competono per rappresentare l’Italia nei più prestigiosi appuntamenti internazionali collegati alla selezione nazionale. Sulla base di quanto è avvenuto per le migliaia di ragazze e ragazzi delle precedenti 32 edizioni, l’esperienza è l’inizio di un percorso di crescita personale nell’ambito di prestigiose carriere non solo scientifiche.
Oltre alla finale europea di settembre a Salamanca in Spagna, i premiati riceveranno certificati di merito di prestigiose associazioni e potranno partecipare ad altri contest scientifici in diversi Paesi tra cui Stati Uniti, Messico e Brasile per l’America; Belgio, Spagna e Russia per l’Europa; Turchia, Cina, Taiwan per l’Asia, solo per citarne alcuni tra i più significativi. (aise)