IL GENERALE MASSIMO PANIZZI DECORATO ALLA NATO CON LA LEGIONE DEL MERITO STATUNITENSE

IL GENERALE MASSIMO PANIZZI DECORATO ALLA NATO CON LA LEGIONE DEL MERITO STATUNITENSE

BRUXELLES\ aise\ - Nel Giorno della Memoria, celebrato dall’Italia e dagli altri 29 Alleati NATO a Bruxelles, il Generale di Divisione degli Alpini Massimo Panizzi, Rappresentante Militare Aggiunto presso il Consiglio Atlantico, ieri 27 gennaio è stato decorato dal Generale Statunitense Austin Scott Miller del grado di Ufficiale della Legione al Merito USA.
Alla cerimonia, tra le diverse autorità civili e militari della NATO, ha partecipato anche il Rappresentante Permanente d’Italia presso il Consiglio Atlantico, Ambasciatore Francesco Talò, che si è vivamente complimentato per la decorazione ricevuta da “un ufficiale eccezionale che ha servito con orgoglio e lealtà in Afghanistan nell’ambito della Missione NATO Sostegno Risoluto. È un orgoglio per tutto il Paese”.
La Legion of Merit è una decorazione militare USA creata il 20 luglio 1942 e attribuita dal Presidente statunitense a chi si è distinto per condotta eccezionale in periodo di guerra. Può essere conferita sia a cittadini americani che stranieri che abbiano combattuto con gli Stati Uniti in occasione di un conflitto armato.
Il Generale Panizzi ha ricevuto l’alta onorificenza – come si legge nella motivazione – per gli eccezionali e meritori servizi resi in Afghanistan, dal maggio 2018 al giugno 2019, quale Vice Capo dello Staff-Support del Quartier Generale dell’Operazione Sostegno Risoluto, l’operazione militare guidata dalla Nato in Afghanistan, cominciata il 1º gennaio 2015, dopo la fine della precedente missione International Security Assistance Force (ISAF).
La straordinaria attività di comando del generale Panizzi ha assicurato il supporto logistico giornaliero ed il sostentamento di oltre 16.000 militari della coalizione, impegnati in operazioni giornaliere di addestramento, assistenza, e consulenza a supporto diretto della missione. Panizzi ha diretto uno staff multinazionale di oltre 300 persone rappresentante 16 Paesi diversi; competente per 8 branche funzionali e provvedendo risorse umane, tecnologia dell’informazione, gestione finanziaria, supporto ingegneristico, medico, ed installazioni vitali a sostegno di 7 basi strategiche e 16 basi tattiche della NATO in tutto l’Afghanistan.
Ha inoltre assicurato la supervisione dell’intera rete afgana della missione, consistente in un nucleo di reti rafforzate addestramento, Consigli, Comandi e task forces in tutto l’Afghanistan. Il Generale Panizzi ha anche gestito 48 progetti di costruzione pluriennali della NATO, del valore di 414 milioni di euro. Infine, la sua abilità a sincronizzare gli sforzi di oltre 10.000 militari, civili e personale contrattuale reclutato per il sostegno delle operazioni nell’ambito dell’area operativa congiunta, ha permesso al Comando dell’operazione Sostegno Risoluto di avere le condizioni militari che hanno portato allo storico negoziato con la dirigenza Talebana ed il primo cessate il fuoco nei 17 anni del lungo conflitto.
“Gli sforzi eccezionali del Generale Panizzi, la sua eccezionale leadership, e la sua iniziativa personale – si legge sempre nella motivazione - riflettono grande credito sulla sua persona, sull’Esercito Italiano e sul suo Paese”. (alessandro butticé\aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi