LA BENEDIZIONE DEL PRESEPE DI SANIT CHARLES CON LA DANTE E LA COMUNITÀ ITALIANA

LA BENEDIZIONE DEL PRESEPE DI SANIT CHARLES CON LA DANTE E LA COMUNITÀ ITALIANA

MONTECARLO\ aise\ - "Admirabile signum", il mirabile segno, è il titolo della recente lettera apostolica di papa Francesco sul presepe. Lo scorso 8 dicembre si è tenuta a Saint Charles l’omelia della Messa dell’Immacolata, che ha visto anche, insieme a quello del Parroco, l’intervento alla celebrazione di Padre Luca Favretto della Cathedrale del Principato di Monaco.
La cerimonia dell’inaugurazione e benedizione del Presepe, si è svolta in presenza dell'Ambasciatore d’Italia, Cristiano Gallo, con la sua famiglia e del Consigliere Nazionale, Marie-Noëlle Gibelli, ed è stata anche l’occasione per riunire la comunità italiana, i Soci e gli amici della Dante Alighieri di Monaco che hanno potuto assistere alla Santa Messa celebrata in lingua italiana.
Federico Soffici nell’organizzazione ha voluto disporre, nella navata laterale della Chiesa, un Presepe ispirato alla tradizione napoletana e curato in ogni dettaglio. Le parole del Papa evidenziano proprio la bellezza dell’opera da lui realizzata, non solo per la cura, l’abilità manuale e la scelta dei materiali, ma perché con la sua immaginazione e creazione ci guida verso il mistero della Natività: ci aiuta a ritrovare il senso genuino del Natale. Un momento particolarmente coinvolgente, seguito come ogni anno da centinaia di persone, che si è concluso con il concerto “Note di Natale” degli Wacky Brass Quintet, cinque giovani musicisti desiderosi di unire la bellezza della musica per ottoni ad uno spettacolo raffinato e coinvolgente. I pezzi proposti, incentrati sul tema del Natale, grazie anche alla direzione artistica di Andrea Albertini, ci hanno fatto vivere anche in musica la magica atmosfera del Natale. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi